menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foreste casentinesi

foreste casentinesi

"Il volontariato nelle aree protette", peculiarità, benefici e criticità nei parchi

Ricco il programma della giornata per venerdì 17 organizzata dal parco nazionale delle Foreste casentinesi presso la struttura ecomuseale della Vallesanta a Corezzo (frazione di Chiusi della Verna): a partire dalle ore 10 interverranno come...

Ricco il programma della giornata per venerdì 17 organizzata dal parco nazionale delle Foreste casentinesi presso la struttura ecomuseale della Vallesanta a Corezzo (frazione di Chiusi della Verna): a partire dalle ore 10 interverranno come relatori i rappresentanti delle maggiori aree protette che in questi anni hanno sviluppato e supportato progetti di volontariato, illustrandone peculiarità, benefici e criticità.

Saranno presenti la storia della protezione ambientale con il parco nazionale d'Abruzzo (istituito nel 1923), la federazione delle aree protette italiane ed europee (Federparchi/Europarc), uno dei parchi più frequentati d'Italia, quello delle Cinque terre, e i parchi naturali delle Alpi marittime e delle Prealpi Giulie. Da metà pomeriggio sarà la volta di una tavola rotonda tra tutti i soggetti coinvolti, dai parchi alle associazioni, con l'obiettivo di un confronto per porre le basi di progetti comuni. Al termine della giornata ci saranno musica, proiezioni, visita all'Ecomuseo e cena a base di prodotti tipici del territorio curata dalla pro loco di Corezzo.

Per informazioni e prenotazioni: volontariato@parcoforestecasentinesi.it.

Sabato mattina infine, per gli addetti ai lavori, il programma si concluderà attraverso un'uscita lungo i sentieri del Parco, con sopralluoghi presso alcuni degli interventi svolti in questi anni dagli stessi volontari.

"Siamo orgogliosi di ospitare nel parco un livello così alto di interlocutori. La presenza del volontariato permette la realizzazione di tante attività importanti. Chi condivide il lavoro e le finalità di un'area protetta, specie in un ambiente unico, come quello delle Foreste casentinesi, ne diventa il miglior supporter". Luca Santini, il presidente dell'ente di gestione dell'area protetta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Calcio

    Triestina-Arezzo. Le pagelle di Giorgio Ciofini

  • Scuola

    "Social ma non per gioco" i corsi per gli studenti di Foiano

  • Cucina

    I quaresimali: un peccato di gola concesso anche alle monache

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento