menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"In memoria di tutte le vittime del territorismo vi racconto "Gli eroi di via Fani" di Filippo Boni"

Ieri a Palazzo Madama la senatrice Roberta Pinotti, già Ministro della Difesa, ha raccontato le storie degli agenti di scorta di Aldo Moro leggendo il libro dello scrittore aretino 

Due carabinieri e tre poliziotti. Nel bel libro intitolato «Gli eroi di via Fani», il giovane storico Filippo Boni va a cercare le testimonianze dei loro familiari proprio per poterci raccontare la loro vita, perché la loro storia non venga dimenticata”. 

Ieri pomeriggio la senatrice Roberta Pinotti, prima donna nella storia della Repubblica italiana a ricoprire l'incarico di Ministro della Difesa nei governi Renzi e Gentiloni, in un bellissimo intervento a Palazzo Madama in memoria di tutte le vittime del terrorismo, ha scelto simbolicamente di raccontare le storie dei cinque agenti di scorta di Aldo Moro, traendole dal libro “Gli eroi di Via Fani” (Longanesi, 2018), di Filippo Boni.

La senatrice Pinotti ha portato con se in aula il volume e durante il discorso lo ha più volte citato mostrandolo ai colleghi. Cosi le storie di Oreste Leonardi, Domenico Ricci, Giulio Rivera, Raffaele Iozzino e Francesco Zizzi. Trucidati dalle BR il 16 marzo 1978 per difendere Aldo Moro e poi dimenticati da gran parte dall'opinione pubblica insieme ai loro familiari, sono tornati a vivere per qualche emozionante istante a Palazzo Madama. I senatori in religioso silenzio hanno ascoltato quelle testimonianze di vita, che dovrebbero essere esempio per tutte le nuove generazioni ed hanno tributato loro alla fine del discorso un lunghissimo applauso.    

Le brigate rosse non segnavano i loro nomi - ha detto la Pinotti -, scrivevano: annientata scorta armata. Noi, invece, questi nomi non dobbiamo dimenticarli, così come non dobbiamo dimenticare tutti i cittadini, tutte quelle persone morte a piazza Fontana, a piazza della Loggia, nella strage del treno Italicus, nella strage di Bologna - solo per ricordare gli eventi più cruenti - e sapere che ancora non tutta la verità è venuta alla luce e dobbiamo continuare a cercarla”. 

Filippo Boni, scrittore e vicesindaco di Cavriglia, ha pubblicato Gli eroi di Via Fani nel 2018 per Longanesi, dopo un lungo viaggio in solitaria che permise di ricomporre un mosaico umano e storico mai ricomposto fino ad allora da nessuno. Un libro necessario, che mancava da troppo tempo, per la ricostruzione della storia della Repubblica Italiana. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    I fiocchi di Carnevale

  • Attualità

    100 candeline per nonna Rosa

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento