Venerdì, 30 Luglio 2021
Attualità

Vittime di Podere Rota: continua la marcia. Tappa numero 5 San Giovanni - Figline Valdarno

Continua il viaggio dei portavoce del Comitato Vittime di Podere Rota. Dopo le manifestazioni di piazza e dopo gli ultimi step che hanno visto cittadini e attivisti protagonisti in prima persona ecco che prosegue la marcia dei "due vecchietti". A...

R TERRANUOVA BRACC. PODERE ROTA DISCARICA-2

Continua il viaggio dei portavoce del Comitato Vittime di Podere Rota. Dopo le manifestazioni di piazza e dopo gli ultimi step che hanno visto cittadini e attivisti protagonisti in prima persona ecco che prosegue la marcia dei "due vecchietti". A darne notizia è il presidente del Comitato Andrea Battinelli.

"Oggi lunedì 23 ottobre quinta tappa dei due vecchietti in marcia per la loro valle mas­sa­cra­ta dal puzzo (e non solo): San Giovanni-Figline (partenza piazza Cavour 8.30-9). Tappa meno impegnativa della quarta, che li aveva portati a Loro, perché più breve e sen­za salite; i due vecchietti stavolta quasi si riposano. La consegna della petizione alla re­gio­ne Toscana da parte del Comitato "Le Vittime di Po­dere Rota", già sottoscritta da un mi­glia­io di cittadine/i, sarà questa volta per la sin­daca di Figline-Incisa Giulia Mugnai. A differenza di molti sindaci del Valdarno, che hanno partecipato alla bella manifestazione di sabato 7, alcuni anche sottoscrivendo la petizione, Mugnai ancora non si è pro­nun­ciata, o almeno non lo si è saputo; e Ugo e Andrea vogliono chiedergli un incontro per rap­pre­sen­tarle i pesanti disagi sopportati dal popolo di vallata a causa di un sistema di ge­stione ri­fiuti che serve ampiamente an­che i bisogni del suo comune. Anche da Mugnai, come da ogni altro sindaco/a del Valdarno, i nostri due vorrebbero sa­pe­re se non ritiene della massima importanza il fatto che tutti gli amministratori si rit­ro­vi­no intorno a un tavolo, a rappresentare le concrete iniziative che essi in­tendano prendere in comune ed in modo espli­cito nei confronti di Ato Sud e della Re­gio­ne Toscana per la ces­sazione dei disagi ormai quasi trentennali, per la chiusura dei due im­pian­ti di Po­de­re Rota, e per l'arrivo di un po' di giustizia per la valle".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vittime di Podere Rota: continua la marcia. Tappa numero 5 San Giovanni - Figline Valdarno

ArezzoNotizie è in caricamento