Visite gratuite al San Donato per incontinenti

Visite gratuite per le donne in occasione della Giornata mondiale dedicata alle patologie del pavimento pelvico e incontinenza urinaria, giovedì 28 giugno dalle 8:30 alle 12:30. Anche quest'anno l’ambulatorio integrato per l’incontinenza urinaria...

OSPEDALE-SAN-DONATO4

Visite gratuite per le donne in occasione della Giornata mondiale dedicata alle patologie del pavimento pelvico e incontinenza urinaria, giovedì 28 giugno dalle 8:30 alle 12:30. Anche quest'anno l’ambulatorio integrato per l’incontinenza urinaria mette a disposizione professionisti che svolgeranno gratuitamente visite uro-ginecologiche presso la Ginecologia dell’ospedale San Donato di Arezzo, previa prenotazione telefonica ai numeri 0575/255326 o 0575/255328.

Quelle dell’incontinenza per un mal funzionamento del pavimento pelvico sono patologie che interessano un gran numero di donne, soprattutto a seguito di eventi particolari che hanno modificato la fisiologia dell'apparato uro-ginecologico come parto naturale, aumento della pressione addominale, menopausa, prolasso o interventi chirurgici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
“Ad Arezzo - spiega Stefano Rosadi, responsabile dell’ambulatorio del pavimento pelvico – le donne che presentano disfunzionalità dell’apparato urogenitale sono circa 1100 all’anno. Ci sono vari livelli di gravità e quindi diverse possibili soluzioni: dalle cure mediche e riabilitative fino agli interventi chirurgici. La valutazione e presa in carico del problema viene fatta dall’equipe: ginecologo, ostetrica e personale di sala operatoria, a seconda della soluzione più idonea per la paziente”.

A volte, basta una rieducazione dei muscoli del pavimento pelvico, effettuata dalle ostetriche con strumenti e corsi specifici in Casentino e Valdarno. Rosadi e la sua equipe, con sedute chirurgiche mensili effettuate ad Arezzo e Bibbiena, intervengono per via transvaginale o laparoscopica. In questi casi la riabilitazione è affidata alle ostetriche nel post operatorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento