rotate-mobile
Attualità Marchionna / Via Francesco Redi

Petizione di cittadini e associazioni per Villa Severi: "Servono manutenzione, giochi e campi sportivi di libero accesso"

Preoccupazione è espressa per il bando prospettato dal Comune che darebbe in concessione a un privato parcheggio sterrato, campo da calcio e da basket

È partita da alcuni giorni e "sta andando bene" secondo gli organizzatori la raccolta firme per la tutela del parco e delle strutture di Villa Severi. Le associazioni che hanno lì la propria sede e o attività e i cittadini che le frequentano hanno deciso di procedere pubblicamente con una petizione per chiedere manutenzione, ripristino dei giochi e mantenimento del libero accesso ai campi sportivi e al parcheggio.

I moduli per firmare si trovano sia al circolo che nei locali pubblici confinanti con il parco. La decisione è scattata da pochi giorni e dopo alcuni aver osservato una decadenza sempre più evidente.

"Mancano gli infissi nell'edificio principale, ci sono tegolini smossi nella palazzina degli scout, tutta la manutenzione è trascurata, sia nel prato che nella camminata così sconnessa che c'è anche chi ci si è rotto un femore. I fossati intorno sono pieni di alberi e rovi, gli scarichi sono ostruiti e rigonfiando hanno rotto anche la pavimentazione del percorso pedonale."

Il parco ha due diverse proprietà, in sintesi la villa è della Provincia di Arezzo e il parco dell'amministrazione comunale. A loro è arrivato dopo una donazione di Francesco Severi che l'aveva lasciato alla città per fini sociali.

villa-severi-3-2

Gli organizzatori della raccolta fondi hanno contattato sia l'assessore Casi che Scapecchi, il primo proprio per mostrare lo stato di abbandono del polmone verde del quartiere e il secondo per chiedere che i campi da calcio e da basket, seppur con la necessità di essere manutenuti, restino di libero accesso e non vengano dati in gestione a un privato, un'associazione sportiva dilettantistica, che li ponga a pagamento ai propri associati, così come il parcheggio sterrato che verrebbe sottratto al parco principale. "I ragazzi vengono e giocano a basket e sono loro che si occupano del campino, alcune squadre pagano il canone del comune per allenarsi invece nel rettangolo da calcio, poi per il resto vi fanno accesso alcuni bambini per tirare in porta il pallone, non avrebbe senso chiuderlo al libero accesso, così come non vorremmo che fosse dato al privato anche il parcheggio."

"Tra l'altro va detto che qui sono spariti i giochi e di conseguenza sono spariti i bambini, il castello con lo scivolo e gli altri divertimenti per i più piccoli erano usurati, avevano bisogno di qualche lavoretto e invece che rimetterli a posto sono stati tolti del tutto."

Nella petizione sono quindi elencate le priorità che per i cittadini diventano richieste dirette alle due amministrazioni locali proprietarie degli spazi: "installazione di nuovi giochi a disposizione dei bambini;  potatura delle piante, manutenzione della recinzione del parco, pulitura dei fossi di scolo delle acque e delle vasche che sono presenti sotto la villa; messa in sicurezza dei viali che attraversano il parco; manutenzione degli immobili sede delle associazioni con particolare attenzione ai tetti, scarichi pluviali, caditoie ed infissi; manutenzione e messa in sicurezza del campo di basket e del campo di calcio per continuare a permetterne il sicuro e libero utilizzo da parte dei cittadini."

giochi-villa-severi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Petizione di cittadini e associazioni per Villa Severi: "Servono manutenzione, giochi e campi sportivi di libero accesso"

ArezzoNotizie è in caricamento