Domenica, 19 Settembre 2021
Attualità

Vigili del fuoco in protesta: "Non chiediamo privilegi, ma parità di trattamento con altri corpi"

Di solito la differenza è di 300 euro nette al mese, ma ci sono anche punte di 6/700 euro. Le disparità di trattamento tra i vari corpi dello stato porta di nuovo in piazza i vigili del fuoco di Arezzo. Ad indire la protesta è il Conapo. Domani...

Di solito la differenza è di 300 euro nette al mese, ma ci sono anche punte di 6/700 euro. Le disparità di trattamento tra i vari corpi dello stato porta di nuovo in piazza i vigili del fuoco di Arezzo. Ad indire la protesta è il Conapo.

Domani i vigili del fuoco di Arezzo manifesteranno quindi sotto le finestre del palazzo del Governo a Poggio del Sole. E' stato chiesto anche un incontro con il Prefetto Clara Vaccaro per consegnare le richieste per il premier Gentiloni e per i ministri Minniti e Madia di maggiori fondi per risolvere la grave disparità di trattamento oggi esistente con gli altri corpi, tra cui la polizia che fa parte dello stesso Ministero dell'Interno.

La manifestazione si terrà domani mattina dalle 10:00 alle 12:00.

"Non chiediamo privilegi, ma parità con gli altri corpi" annunciano i rappresentanti aretini del Conapo che aderiscono così alla protesta nazionale con l'obiettivo di sensibilizzare il governo in vista dell'approvazione del decreto di riforma del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco prevista nei prossimi giorni.

Il sindacato chiede anche, all' interno del decreto, un preciso vincolo di legge affinché le risorse finanziarie destinate agli aumenti retributivi, siano destinate esclusivamente al personale in divisa del Corpo dei Vigili del Fuoco sino ad avvenuta equiparazione con gli altri corpi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigili del fuoco in protesta: "Non chiediamo privilegi, ma parità di trattamento con altri corpi"

ArezzoNotizie è in caricamento