Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Neve, ghiaccio e ordinanze. Mandrioli, Valdazze e Viamaggio percorribili a singhiozzo, scattano i divieti per i mezzi pesanti

Occhi puntati in queste ore soprattutto sulla viabilità alternativa alla E45 chiusa nel tratto Valsavignone Canili dal 16 gennaio scorso.

 

L'avviso di criticità meteo è ancora attivo. Fino a mezzanotte le raccomandazioni sono quelle di prestare la massima attenzione.
E così anche questa emergenza legata alle precipitazioni nevose si avvia verso una sua conclusione.

Ma in che stato sono le strade della provincia di Arezzo?

In città, dalle 18 di ieri pomeriggio, i mezzi spargisale hanno lavorato senza sosta per monitorare costantemente le condizioni delle arterie comunali. Risultato? Viabilità in perfette condizioni di percorribilità e nessun disagio alla popolazione.

Per quello che invece riguarda le strade di competenza provinciale, la situazione è stata (ed è) tenuta sottocontrollo dagli uffici tecnici del servizio viabilità.

"Le strade al momento sono tutte percorribili - spiegano dalla Provincia di Arezzo - si segnala la presenza di neve compattata al suolo specialmente sui valici appenninici del Casentino, dei Mandrioli e della Calla, la Consuma e Croce a Mori - In Valtiberina il valico di Viamaggio e nella zona di Badia Tedalda e Sestino, la strada provinciale 208 della Verna, al Passo dello Spino, nel valico e nel paese di Chiusi della Verna 

Nessun particolare problema in Valdarno e in Valdichiana dove lungo le strade della montagna cortonese, castiglionese e del comune di Arezzo, è presente in leggero strato di neve ma le stesse sono agibili con prudenza. Tutti gli spargisale e gli operatori del Servizio Viabilità sono stati e sono al lavoro coadiuvati da i mezzi delle ditte convenzionate, che stanno operando nello spargimento dei materiali disgelanti, per rendere più sicura la percorrenza ai cittadini utenti della strada. Si chiede a tutti gli utilizzatori della rete viaria provinciale, di rispettare l'ordinanza della presidente della Provincia n. 200 del 28/11/2018  che dispone in determinate strade l'uso delle catene e/o pneumatici invernali".

Lo spessore al suolo della neve (lati strada) raggiunge al massimo i 30 centimetri al Passo della Calla
Tutte  le strade in gestione al servizio viabilità sono percorribili con eccezione di alcuni tratti di due strade provinciali che vengono comunque sempre interdette al traffico durante i mesi invernal di ogni anno e che sono: SP 69 "dell'Eremo" Chiusa dal km. 5+900 Loc. "S. Eremo di Camaldoli" al km. 12+900 Loc. "Capanno" ambedue le località sono nel Comune di Poppi;  SP 72 "di Lonnano- Prato alle Cogne"  Chiusa dal Km. 10+050  Loc.  "Casa Prato alle Cogna" nel comune di Pratovecchio-Stia  al km. 15+200  Loc. "S. Eremo di Camaldoli", nel comune di Poppi;  

Occhi puntati in queste ore soprattutto sulla viabilità alternativa alla E45 chiusa nel tratto Valsavignone Canili dal 16 gennaio scorso.

Le immagini della neve sui valichi

Viabilità Mandrioli - Dai social aggiornamenti in tempo reale

Per quello che riguarda il Passo dei Mandrioli da tenere presente che, sul versante romagnolo, è in vigore un'ordinanza della Provincia di Forlì Cesena che vieta il transito ai mezzi di massa superiore alle 3,5 tonnellate. Il versante toscano invece risulta percorribile anche se è raccomandata la massima cautela e attenzione.

"Cari cittadini - informano dal Comune di Bagni di Romagna - vi informiamo che in questi giorni di condizioni meteorologiche avverse e fino a cessate esigenze, il transito sui Mandrioli è stato interdetto ai mezzi pesanti aventi massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate in entrambi i sensi di marcia. Il provvedimento è stato adottato dalla Provincia di Forlì-Cesena per garantire la sicurezza della circolazione e degli utenti, anche alla luce dei disagi causati in questi giorni dalla circolazione dei mezzi pesanti".

Informazioni in tempo reale vengono poi condivise sui social. Il gruppo Facebook Viabilità Mandrioli ha infatti tenuto sotto strettissima osservazione l'evolversi della situazione lungo i chilometri che collegano il comune di Poppi e di Bagni di Romagna.
In questo senso fondamentali sono i contributi degli utenti che quotidianamente percorrono questo tratta stradale e che, con dovizia di particolari, documentano le condizioni del manto stradale.

Pratieghi - Verghereto - Le Balze

Particolare cautela. La raccomandazione è proprio questa per chi percorre la via Alto Marecchia in alternativa alla E45.
"Attenzione a chi percorre la Serra (strada fra Balze e Pratieghi), nonostante l’ottimo lavoro svolto per tenerla pulita è molto ghiacciata essendo il tratto più freddo. Nelle curve in discesa prima di Pratieghi non si sta dritti".
Questa mattina nella zona si sono verificate anche delle leggere nevicate. La strada è percorribile anche se sono necessarie dotazioni invernali visto che le basse temperature hanno contribuito alla formazione di ghiaccio.

Viamaggio

"Oggi ho riprovato Viamaggio, quindi la Marecchiese, strada percorribile anche se nevica. Ma 70 chilometri sono infiniti e i tempi biblici. Si devono trovare strade più sicure e assistite. Mi spiace ma sta causando troppi problemi alla viabilità il non avere un percorso alternativo".

Viamaggio è un altro percorso indicato come alternativo alla E45.
Le condizioni di percorribilità, causa neve e ghiaccio, sono monitorate e tenute sotto stretto controllo.

Nel frattempo il sindaco di Badia Tedalda, Alberto Santucci, in seguito all'intensificarsi della presenza e transito di molti mezzi pesanti lungo la comunale Valdazze-Arsicci ha emesso un'ordinanza con la quale è stato limitato il transito in questa arteria a tutti i veicoli di massa superiore ai 70 quintali dal valico Frassineto a località La Marecchia. Questo per prevenire e scongiurare il deterioramento dell'arteria.

Della situazione è stato informato anche il responsabile Anas del Centro Italia attraverso un messaggio dove il primo cittadino sottolinea come: "in poco tempo quella strada comunale già messa male di suo sarà distrutta. Inoltre la strada non è dimensionata per l’incrocio di grandi camion e in aggiunta da sabato le previsioni minacciano neve. Ti chiedo di far mettere subito ai 2 incroci per Arsicci-Valdazze (venendo da Pieve e venendo da Pratieghi) dei cartelli che indichino ai mezzi pesanti di passare per il Valico di Viamaggio. Io nel frattempo valuterò se emettere ordinanza di limitazione transito".

E45 - Neve, ghiaccio e buche

Alle 6.15, come fa sapere un utente, la E45 da Pieve Santo Stefano sud a Sansepolcro sud era ricoperta di neve. I mezzi spargisale e spalaneve, secondo le segnalazioni, non si sarebbero fatti vedere quanto necessario visto che, sempre stando ad altre segnalazioni, da Pieve fino a Madonnuccia la strada è risultata a tratti sporca, poi zona Madonnuccia fin oltre la galleria il manto stradale era completamente bianco.

E45 nuovi accertamenti della Procura per valutare la riapertura

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento