Mercoledì, 28 Luglio 2021
Attualità

Via il tagliando dell'assicurazione dal parabrezza. Le nuove regole per gli automobilisti

Se ne parlava già dal 2013 ma, da oggi, il decreto è diventato realtà. Scompare definitivamente il tagliando dell'assicurazione dal parabrezza delle automobili degli aretini. La città, come del resto tutta l'Italia, è pronta ad adeguarsi alle...

tagliando_assicurazione

Se ne parlava già dal 2013 ma, da oggi, il decreto è diventato realtà.

Scompare definitivamente il tagliando dell'assicurazione dal parabrezza delle automobili degli aretini. La città, come del resto tutta l'Italia, è pronta ad adeguarsi alle nuove normative in campo assicurativo che sono entrate in vigore proprio in questi giorni e che, da fine anno, saranno messe in atto. Via dunque il tagliandino ma pronti a partire controlli più ferrei e immediati. Di fatto, per sapere se un'automobile è coperta da assicurazione sarà necessario procedere con la verifica della targa attraverso l'ausilio di Autovelox, Tutor, Telepass e telecamere Ztl. "La necessità è nata dal crescente fenomeno della falsificazione della polizza assicurativa - spiega Giorgio Melani, assicuratore - In passato anche le forze dell'ordine non potevano verificare in tempi rapidi se l'autenticità o meno di un'assicurazione. Oggi invece non sarà più così ed in pochi secondi potrà essere appurato se un'auto viaggia in regola oppure no". Quello che fino ad oggi mancava era la creazione di una banca dati, un mega database, all'interno del quale fossero inseriti tutti i dati anagrafici dei veicoli in circolazione. "Per noi assicuratori - prosegue Melani - non cambia molto. Fino a dicembre continueremo a stampare i tagliandi e consegnarli. Sarà poi scelta del cliente se esporli o meno. Quello che però dovremo fare nell'immediato sarà l'inserimento di tempo reale dell'avvenuto pagamento della polizza assicurativa. In questo modo gli automobilisti saranno immediatamente coperti e le forze dell'ordine riceveranno la comunicazione in tempo reale". Un'evoluzione importante che conferisce un duro colpo alla lotta contro la contraffazione delle assicurazioni e si propone di dare sostegno all'attività di controllo dei mezzi.

Ma nonostante le novità, rimane comunque obbligatorio tenere sempre a bordo del veicolo il certificato di assicurazione.

Sul portale dell'automobilista (www.ilportaledellautomobilista.it) è possibile verificare la presenza di copertura assicurativa sul veicolo. Nel caso in cui il consumatore che ha regolarmente corrisposto il premio verifichi dalla consultazione del portale che il proprio veicolo non risulta assicurato potrà tempestivamente segnalare la circostanza alla propria compagnia assicurativa ed, eventualmente, presentare reclamo all'Ivass.

Inoltre, in caso di sinistro, informazioni di dettaglio sulla copertura assicurativa della controparte potranno essere richieste al Centro di Informazione Italiano istituito presso la Consap (www.consap.it/fondi-e-attivita/mondo-assicurativo/centro-di-informazione-italiano).

"Attualmente - conclude Melani - per chi viaggia sprovvisti di assicurazione è prevista una multa da 3000 euro più il sequestro del veicolo. Da oggi, tutti avranno ancora di più il dovere di mettersi in regola perché i controlli saranno severissimi e molto più rapidi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via il tagliando dell'assicurazione dal parabrezza. Le nuove regole per gli automobilisti

ArezzoNotizie è in caricamento