Attualità

Ventiquattro ore senza fumo: l’invito della Lilt per il 31 maggio

Ventiquattro ore senza fumo per pensare alla salute propria e degli altri. L’invito è mosso dalla Lilt di Arezzo che, in occasione della Giornata Mondiale Senza Tabacco di giovedì 31 maggio, chiede a tutti i fumatori un impegno ad astenersi per un...

Lilt Arezzo - Ivan Cipriani Buffoni (2)-2

Ventiquattro ore senza fumo per pensare alla salute propria e degli altri. L'invito è mosso dalla Lilt di Arezzo che, in occasione della Giornata Mondiale Senza Tabacco di giovedì 31 maggio, chiede a tutti i fumatori un impegno ad astenersi per un giorno dall'utilizzo delle sigarette, tutelando il proprio benessere e muovendo il primo passo per abbandonare questa dipendenza. L'iniziativa, promossa dall'Organizzazione Mondiale per la Sanità e giunta alla trentunesima edizione, rappresenta un'occasione per stimolare verso stili di vita sani e per ricordare gli effetti negativi del tabagismo che è causa di numerosi tumori (tra cui a polmoni, bocca e vescica). Nelle sole sigarette sono presenti decine di sostanze chimiche cancerogene che provocano circa trenta diverse malattie, dunque dire stop al fumo significa prevenire l'insorgere di tante patologie oncologiche, respiratorie e cardiovascolari.

Oltre ai benefici per sé stessi, l'astensione dalle sigarette permette di fare del bene anche agli altri evitando gli effetti negativi del fumo passivo e fornendo un sano esempio alle generazioni future. Nei bambini, ad esempio, l'apprendimento è immediato e diretto, e di conseguenza per gli adulti è importante fornire loro una positiva testimonianza di un salutare stile di vita basato sulla corretta alimentazione, sull'attività motoria e sull'eliminazione di vizi quali fumo e alcool. I volontari della sezione aretina della Lilt saranno a disposizione nel corso della Giornata Mondiale Senza Tabacco per fornire dati e spiegazioni scientifiche sulle ricadute negative del fumo e sulle corrette pratiche da tenere per salvaguardare la propria salute: per informazioni e approfondimenti è possibile contattare lo 0575/40.47.85.

«Questa iniziativa - commenta il presidente provinciale Ivan Cipriani Buffoni, - permette di ricordare i danni del fumo che è oggi una delle principali cause di tumore. Riponiamo l'invito a passare ventiquattro ore senza tabacco come segnale di attenzione verso la salute propria e degli altri, soprattutto di bambini e ragazzi».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ventiquattro ore senza fumo: l’invito della Lilt per il 31 maggio

ArezzoNotizie è in caricamento