Attualità

"Vaccino Covid? Sì, l'ho fatto insieme a mia moglie negli Stati Uniti"

Il sindaco di Arezzo, Alessandro Ghinelli, ai microfoni di RadioFly spiega di essersi sottoposto al processo d'immunizzazione negli States "in quanto consorte di una cittadina americana" e di "averlo fatto in maniera del tutto legittima"

Alessandro Ghinelli, sindaco del Comune di Arezzo

"Sì mi sono vaccinato e l'ho fatto negli Stati Uniti". Il sindaco Alessandro Ghinelli, durante "Filo Diretto con l'amministrazione comunale", spazio che RadioFly dedica alla comunicazioni istituzionali del Comune di Arezzo, rompe il riserbo e afferma di aver completato il processo di immunizzazione contro il Covid.

"Alla prima occasione utile, in maniera del tutto legittima, mi sono vaccinato in quanto consorte di una cittadina americana (Marjorie Layden ndr) e perché appartenente alle categorie che possono farlo - spiega il primo cittadino ai microfoni della radio - L'ho fatto negli Stati Uniti. È stata sufficiente una telefonata e, sia io che mia moglie, abbiamo potuto vaccinarci".

In più di un'occasione, anche durante le dirette social riguardanti l'emergenza Covid e la diffusione del virus nel territorio comunale, il sindaco aveva ribadito l'importanza della campagna vaccinale e dell'accesso alle dosi di farmaco non facendo mistero che, ovviamente se concesso, anche i sindaci avrebbero dovuto rientrare in quelle categorie con priorità. "Io ho l'età per fare il vaccino - ha aggiunto Ghinelli - e ce l'avevo anche tre mesi fa. L'ho richiesto alla Asl ma molto glacialmente mi è stato risposto che non rientravo nelle categorie che avevano diritto di essere vaccinate per prime. La cosa mi ha dato fastidio ma non ho voluto fare polemica. Appena ho potuto farlo, ripeto legittimamente, l'ho fatto. Ho ricevuto il Johnson & Johnson che non richiede alcuna seconda dose".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vaccino Covid? Sì, l'ho fatto insieme a mia moglie negli Stati Uniti"

ArezzoNotizie è in caricamento