Attualità

Vaccini, un altro frustrante clic day. Giani: "Vi invito a riprovare senza intasare il portale"

Avevano diritto alla prenotazione gli Over 65 nati tra il 1952 e il 1956, moltissimi di loro, o chi per loro, si sono fiondati a cercare uno slot libero tra quelli proposti sul portale. C'è chi ha trovato tutto esaurito dopo poco, altri che dopo aver ricevuto il codice e non sono riusciti a completare l'iter

La schermata del portale dal pc del presidente della Regione (Foto di Eugenio Giani tratta da Telegram)

E' stata un'altra mattinata febbrile davanti allo schermo del pc per migliaia di persone in Toscana che hanno cercato di prenotare un posto per loro oppure per un loro parente o amico per le prossime vaccinazioni con il siero Johnson & Johnson. Ne avevano diritto gli Over 65 nati tra il 1952 e il 1956, moltissimi di loro, o chi per loro, si sono fiondati a cercare uno slot libero tra quelli proposti sul portale regionale PrenotaVaccino, armati di codice fiscale.

Una volta riempiti i campi, sarebbe arrivato un codice da inserire per scegliere provincia e centro vaccinale di riferimento. Questa la procedura in teoria, ma in pratica, per molti, è stato un calvario informatico. Non il primo, con questo portale. C'è chi, pochi minuti dopo le 9, ha trovato tutto esaurito. Altri che dopo aver ricevuto il codice (o anche più codici) non sono riusciti a completare l'iter, con enorme frustrazione. Una riedizione di quanto visto già nelle scorse settimane.

E alle 9,38 l'annuncio su Telegram del presidente Giani della sospensione del portale: le dosi disponibili annunciate erano 9.600. Le prenotazioni erano già arrivate oltre quota 10mila dopo pochi minuti.

Tuttavia alle 10,05 l'annuncio della riapertura, sempre su Telegram: "Il portale è riaperto con nuove dosi disponibili". Sono state rese disponibili nuove dosi, ma non quelle J&J, esaurite in un battibaleno. Chi è riuscito a prenotare successivamente riferisce che sarà destinatario di Pfizer.

Infine alle 10,51 un ulteriore messaggio da parte del presidente della Giunta regionale. "In molti mi state scrivendo - ha detto Giani - che avete prenotato il vaccino, altri che non ci sono ancora riusciti. Vi invito a riprovare senza intasare il portale, ci sono ancora dosi disponibili". Anche se è difficile comprendere come, singolarmente, si possa tentare la prenotazione stando attenti a non intasare un portale apparso, ancora una volta, strumento non deguato a gestire una grande mole di richieste contemporanee.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, un altro frustrante clic day. Giani: "Vi invito a riprovare senza intasare il portale"

ArezzoNotizie è in caricamento