Giovedì, 29 Luglio 2021
Attualità

Unione dei Comuni, la giunta approva la riorganizzazione

La Giunta dell’unione dei Comuni Montani del Casentino ha approvato il progetto di riorganizzazione del personale che era stato portato alla seduta dell’esecutivo di lunedì scorso. Dal primo gennaio 2016 dunque, via libera al piano del presidente...

La Giunta dell'unione dei Comuni Montani del Casentino ha approvato il progetto di riorganizzazione del personale che era stato portato alla seduta dell'esecutivo di lunedì scorso. Dal primo gennaio 2016 dunque, via libera al piano del presidente Giampaolo Tellini che, insieme agli altri sindaci del territorio disegna una Unione "Come un grande comune, cioè più snella nella struttura e più elastica nell'erogazione di servizi e nella gestione di funzioni associate".

Consiglio, Giunta e Presidente restano gli organi politici dell'Ente, che viene invece rinnovato profondamente per quanto riguarda la struttura tecnica: ci saranno un Segretario Generale e due Posizioni Organizzative a fare da vertici delle aree individuate (tecnica e finanziaria), che riuniscono il centinaio di dipendenti che oggi lavora per l'Ente di Via Roma.

A proposito di dipendenti, nel confermare che tutta la riorganizzazione viene anche da una concertazione con i Sindacati, partecipi e collaborativi in questo percorso, Tellini afferma che "Rispetto al 2015, il prossimo anno saranno otto le persone attualmente impiegate qui ad essere trasferite presso altri Enti o collocate in pensione". Già convocato il prossimo incontro con la parte sindacale: "Ci sarà giovedì prossimo, perché vogliamo che dei risparmi derivanti - circa 350.000 euro annuali - una parte sia reinvestita nel personale per la stabilizzazione di alcune situazioni tipo precariato, part-time, contratti atipici e così via".

Nonostante le otto figure in meno il presidente si dice "Sicuro che non ci saranno ripercussioni negative nella erogazione dei servizi. Questa è una struttura che gestisce 20 milioni all'anno nel territorio, una risorsa per tutto il Casentino con oltre 40 anni di esperienza. Abbiamo rispettato l'impegno preso togliendo dall'organigramma le figure dei dirigenti, e la situazione resta fluida; per esempio nel servizio di polizia municipale, dopo 2 anni di lavoro insieme vogliamo apportare alcune correzioni e lo faremo nei prossimi mesi".

L'ultima riflessione porta Tellini a considerare come "Il lavoro fatto in questi ultimi 4 mesi è stato impressionante, se penso che abbiamo iniziato con proposte di licenziamenti e prospettive di chiusura dell'Unione mi sembra impossibile avere oggi uno strumento che - vedrete - sarà in grado di dare risposte come in parte abbiamo già fatto, basta pensare alla ciclopista, al regolamento edilizio di vallata, ai primi passi del Piano urbanistico, alle prospettive derivanti dalla convenzione con il Consorzio di Bonifica, al progetto delle Aree Interne. Grazie alla collaborazione e alla responsabilità di tutti abbiamo mantenuto a questo Ente il ruolo di riferimento a livello regionale che ancora pochi giorni fa Uncem Toscana ci ha apertamente riconosciuto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unione dei Comuni, la giunta approva la riorganizzazione

ArezzoNotizie è in caricamento