Attualità

Un patto per la Valtiberina: Consorzio di bonifica incontra gli amministratori

In fase di definizione la collaborazione tra Consorzio di bonifica 2 e Regione Umbria per la gestione dei corsi d’acqua “in condominio”

L’unione fa la forza, in un periodo in cui di forza ne occorre tanta per contrastare i fenomeni meteorologici che mettono a dura prova la resistenza del reticolo idraulico. Il Consorzio Alto Valdarno, per la manutenzione dei corsi d’acqua che scorrono in terra di confine tra il versante toscano e quello umbro della Valtiberina, ha avviato un’alleanza con i referenti del settore che vivono oltre regione.

Sollecitato dagli amministratori dei comuni che condividono fiumi e problemi, l’ente ha organizzato un incontro presso la sede di via Ernesto Rossi ad Arezzo. Presenti i funzionari della Regione Umbria Piernazzareno Bartolozzi e Marco Stelluti, il referente dell’agenzia forestale regionale dell’Umbria Giovanni Scarfone, il sindaco di Anghiari Alessandro Polcri e il collega di Citerna Enea Paladino con il suo vice Paolo Carlini che si sono confrontati a lungo con il direttore generale del Consorzio 2 Alto Valdarno Francesco Lisi, supportato dall’ingegner Serena Ciofini, capo settore difesa idrogeologica del consorzio e dall’ingegner Chiara Nanni, che per il Consorzio di bonifica 2 segue la unità idrografica Valtiberina.
Esaminati i problemi, sono emerse le proposte per rendere più efficaci gli interventi sui corpi idrici in “condominio”.

La pianificazione dell’attività in futuro sarà condivisa secondo un percorso in via di definizione, da cui potrebbe maturare anche la sigla di un accordo vero e proprio tra le Regioni Toscana e Umbria per la programmazione degli interventi strutturali che potrebbero rendersi necessari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un patto per la Valtiberina: Consorzio di bonifica incontra gli amministratori

ArezzoNotizie è in caricamento