Sabato, 18 Settembre 2021
Attualità

Green pass, Ugl Arezzo: "Una misura pericolosissima che potrebbe spaccare definitivamente la società in due" 

Sull'argomento interviene il segretario di Arezzo Marco Turcheria che si aspettava altri provvedimenti dopo quasi due anni di emergenza sanitaria

Il segretario Ugl (Unione generale del lavoro) di Arezzo Marco Turcheria interviene sull'introduzione del green pass obbligatorio per alcuni settori o categorie del commercio.

"Dopo quasi 2 anni di emergenza sanitaria ci aspettavamo concrete misure nell'ambito sanitario, come l'arrivo di nuovi posti letto dedicati e un aumento di personale sanitario qualificato, ma niente di tutto questo è stato fatto e neanche programmato per il futuro. Arriva invece il green pass. che di certo andrà ad incidere sull'economia locale e i posti di lavoro. In provincia stavamo vivendo un periodo di ripartenza, grazie al turismo e ai cittadini vogliosi di riscoprire il nostro territorio, mentre la ristorazione e l'accoglienza davano slancio all'economia e all'occupazione provinciale, fattore molto positivo che potrebbe invece subire l'ennesima brusca frenata dato che molte persone non potranno più usufruire di bar, ristoranti, circoli sportivi e ricreativi. È evidente che la prima cosa a risentirne non sarà il Covid, ma l'occupazione e l'economia in generale. Così non va bene e la situazione potrebbe scapparci definitivamente di mano. Conclude il sindacalista aretino, definendo l'avvento del green pass una misura pericolosissima che potrebbe spaccare definitivamente la società in due creando diversità sociali ed economiche irreparabili che potrebbero portarci in un mondo pericoloso dal quale sarà molto complicato uscire".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green pass, Ugl Arezzo: "Una misura pericolosissima che potrebbe spaccare definitivamente la società in due" 

ArezzoNotizie è in caricamento