No al tunnel sotto alle case, la petizione di Quarata vola verso le 500 firme

La battaglia dei residenti per preservare il territorio, già pesantemente provato dalle cave. La galleria di 300 metri è prevista nella variante al Piano strutturale approvato dal consiglio comunale

Le firme raccolte per adesso superano quota 450. Tanti sono gli abitanti di Quarata che hanno deciso di sottoscrivere la petizione per dire no al tunnel previsto dal piano strutturale. Una galleria lunga 300 metri "scavata" sotto alle abitazioni che sarà parte della variante  che da Indicatore arriverà a Ponte alla Chiassa.

Un'ipotesi paventata fin dal 2002, che però i residenti della frazione a nord di Arezzo non hanno mai digerito. E adesso esprimono la loro contrarietà nero su bianco, con questa raccolta firme che - nonostante il periodo vacanziero - ha già avuto un riscontro importante.

"Questo territorio è già stato pesantemente messo alla prova dalle cave - dicono i residenti - scavare ancora significherebbe creare ulteriori danni all'ambiente. La realizzazione di questo tunnel sembrava essere stata scongiurata, in virtù di sopralluoghi tecnici ma anche per la forte opposizione degli abitanti. Oggi invece, a oltre 15 anni di distanza, troviamo il progetto approvato in un Piano strutturale, pur non essendo stati adeguatamente informati. Non c'è stato nessun tipo di coinvolgimento della popolazione o di partecipazione popolare". 

"Tunnel sotto al paese? No, grazie". A Quarata residenti in rivolta contro la variante al Piano strutturale

Nel 2004 fu presentata una mozione di iniziativa popolare che venne accolta dal Consiglio Comunale. L'assemblea indicò anche due possibili alternative al tracciato: una era quella di un passaggio nella zona del Ponte di Bido, all'interno dell'area delle cave; la seconda era la piana dell'Arno, con il ricorso a opere integrate stradali e idrauliche, quali cassa di espansione e due ponti (un di attraversamento del Canale della Chiana e un nuovo ponte a nord dell'attuale Ponte Burlano). Ma oggi di queste alternative sembra essere stata persa ogni traccia e la variante approvata è quella originale. 

E intanto la raccolta firme va avanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre: dal 21 stop a spostamenti tra regioni. Nei giorni rossi si resta nel proprio comune

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

  • Lorenzo, sfibrato dal Covid: "Ero uno sportivo, oggi respiro con fatica". E c'è chi lo insulta su Facebook: "Hai inventato tutto"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento