rotate-mobile
Attualità

Tunnel del Porcellino, passi avanti per il progetto definitivo

Si tratta di un'infrastruttura viaria destinata a cambiare radicalmente la viabilità di tutto il Valdarno. Stiamo parlando del secondo lotto della variante alla Strada Provinciale delle Miniere, quello che prevede la realizzazione della galleria...

Si tratta di un'infrastruttura viaria destinata a cambiare radicalmente la viabilità di tutto il Valdarno. Stiamo parlando del secondo lotto della variante alla Strada Provinciale delle Miniere, quello che prevede la realizzazione della galleria che, nel prossimo futuro, permetterà agli automobilisti di bypassare lo svincolo del Porcellino collegando direttamente il fondovalle cavrigliese alla Regionale 69 all'altezza della località Restone nel Comune di Figline e Incisa Valdarno. Un'opera imponente per la quale negli ultimi giorni sono stati compiuti degli importanti passi in avanti. Durante un incontro operativo tra i due Sindaci Giulia Mugnai e Leonardo Degl'Innocenti o Sanni, accompagnati da numerosi tecnici, i Comuni di Cavriglia e Figline e Incisa Valdarno hanno infatti concordato un percorso che porterà all'approvazione del progetto definitivo. Un passaggio fondamentale che chiuderà la fase progettistica. Il progetto è stato consegnato nelle scorse settimane ai vari enti interessati, i Comuni di Cavriglia e Figline e Incisa Valdarno, la Regione Toscana e le Province di Arezzo e Firenze (oggi Area Metropolitana Fiorentina). Prevista la realizzazione di un nuova viabilità di circa 550 metri (300 dei quali in galleria) che collegherà la Regionale 69 dal tratto in prossimità del Restone nel Comune di Figline e Incisa Valdarno, dove in corrispondenza dell'attuale intersezione tra la SR69 e Via Ottone Rosai verrà sostituita da una rotonda ex novo, all'intersezione col primo lotto della Variante in località Cetinale nel Comune di Cavriglia. Lo svincolo semaforico del Porcellino verrà bypassato grazie ad una galleria dalla lunghezza esatta di 296, 34 metri. Nella scorsa primavera gli stessi enti avevano provveduto all'approvazione del progetto preliminare.

L'opera ha un valore complessivo di 15 milioni di Euro i quali vanno ad aggiungersi ai 5 del primo lotto, quello dalla Centrale Enel di Santa Barbara alla rotonda del Cetinale, inaugurato nell'inverno del 2011.

Questa infrastruttura permetterà di deviare tutto il traffico diretto e proveniente dalle aree industriali di Santa Barbara e di Bomba consentendo un collegamento rapido e veloce con i Caselli Autostradali A1 di Valdarno ed Incisa - Reggello. Importanti quindi saranno i benefici per le numerose aziende con sede nelle appena citate aree industriali, senza dimenticare che la Provinciale delle Miniere, la quale unisce le frazioni cavrigliesi di fondovalle di Cetinale, San Cipriano e Santa Barbara, verrà ulteriormente "alleggerita", una volta completata la Variante, dal traffico di mezzi pesanti rispetto a quanto già fatto con l'inaugurazione del primo lotto.

Il completamento della Variante avrà delle ricadute positive anche per le numerose strutture turistiche già attive nel territorio comunale cavrigliese. I visitatori infatti, grazie alla nuova viabilità, potranno raggiungere molto più velocemente il fondovalle valdarnese e quindi i principali snodi autostradali e ferroviari del territorio per raggiungere le città di maggior richiamo come Firenze, Siena e Arezzo che, come abbiamo già avuto modo di sottolineare, sono praticamente equidistanti da Cavriglia.

Il finanziamento dell'opera destinata ad unire il fondovalle cavrigliese alla principale direttrice della viabilità valdarnese è legato all'arrivo nella area ex mineraria delle Terre della Tav.

"Il Secondo lotto della Variante alla Strada Provinciale delle Miniere - ha affermato il Sindaco di Cavriglia Leonardo Degl'Innocenti o Sanni - è un'opera fondamentale per il Comune di Cavriglia ed in generale per tutto il Valdarno. Creando un collegamento diretto tra la strada delle Miniere e la Regionale 69 contiamo di dare un'ulteriore spinta alla valorizzazione delle aree industriali di Santa Barbara e Bomba che negli ultimi mesi hanno già visto l'insediamento di nuove aziende. Il secondo luogo il traffico lungo le arterie di collegamento tra le frazioni del nostro fondovalle verrà definitivamente alleggerito dai mezzi pesanti a beneficio dei cittadini. L'opera inoltre si inserisce nel più ampio progetto di riassetto e recupero dell'area ex mineraria che, grazie alla nuova galleria, nel prossimo futuro sarà direttamente collegata alla Regionale 69 e quindi ai principali centri del Valdarno. Per questo la nostra Amministrazione Comunale sta seguendo con grande attenzione il percorso di avvicinamento all'avvio dei lavori di questa grande infrastruttura. A tal proposito - ha concluso il Sindaco - colgo l'occasione per ringraziare tutte il personale degli Uffici del nostro Comune che ormai da mesi sta lavorando alacremente per la realizzazione di questo importantissimo progetto".

Ufficio stampa Comune di Cavriglia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tunnel del Porcellino, passi avanti per il progetto definitivo

ArezzoNotizie è in caricamento