rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Attualità

Trenitalia, dal primo gennaio la conciliazione paritetica estesa anche al trasporto regionale

Si tratta di una procedura rapida, efficace e gratuita per risolvere piccole controversie senza ricorrere alla giustizia ordinaria. Webform da inizio anno su trenitalia.com

È attiva dal 1° gennaio 2022 la conciliazione paritetica per i passeggeri del trasporto regionale di Trenitalia (Gruppo FS Italiane). Uno strumento messo a punto insieme alle associazioni dei consumatori con l'obiettivo di risolvere le piccole controversie attraverso un sistema rapido, efficace e gratuito senza ricorrere alla giustizia ordinaria.

Il webform da compilare per presentare le domande è infatti online da inizio anno sul sito web trenitalia.com – info e assistenza – procedure di conciliazione.

La conciliazione paritetica è una procedura di risoluzione alternativa che si prefigge di accrescere la qualità generale del servizio, anche nel post-viaggio, offrendo una soluzione rapida, semplice ed extragiudiziale alle eventuali controversie tra Trenitalia e i passeggeri, che possono avvalersi di questo strumento nel caso di una risposta ritenuta non soddisfacente o se non hanno ricevuto alcuna risposta nel termine di 30 giorni dalla presentazione del reclamo.

L’avvio della procedura per i servizi del trasporto regionale costituisce il punto di arrivo di un percorso iniziato a dicembre 2019, proseguito a luglio 2020 con l’avvio del confronto fra Trenitalia e il mondo associativo e culminato il 23 marzo 2021 con la sottoscrizione del protocollo d’intesa siglato tra Trenitalia e 18 associazioni dei consumatori.

L’estensione della conciliazione paritetica al trasporto regionale dopo la lunga e consolidata esperienza nel trasporto a media e lunga percorrenza (Frecce e Intercity) conferma l’attenzione di FS Italiane per le persone che quotidianamente scelgono di viaggiare a bordo dei Regionali di Trenitalia e il costante impegno del Gruppo nel confrontarsi con il mondo associativo in modo trasparente e collaborativo, accogliendo le richieste espresse dalle rappresentanze dei consumatori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trenitalia, dal primo gennaio la conciliazione paritetica estesa anche al trasporto regionale

ArezzoNotizie è in caricamento