Martedì, 15 Giugno 2021
Attualità

Caos treni Arezzo-Sinalunga. Ceccarelli: "Problemi e disagi continuano ad essere troppo frequenti"

L'assessore richiede che vengano attivate delle indagini accurate su quanto accaduto ieri 4 giugno

"Speriamo che le indagini avviate portino ad individuare le responsabilità di quanto accaduto".
Ad intervenire è l'assessore regionale Vincenzo Ceccarelli e che prende la parola auspicando degli sviluppi puntuali su quanto accaduto lungo la tratta ferroviaria Sinalunga-Stia.

Qui, soltanto ieri, i pendolari hanno assistito ad un vero e proprio caos dei collegamenti. Le motivazioni, stando a quanto emerso sino ad oggi, sono da ricercare in un incidente causato da un macchinario che avrebbe tranciato un cavo in fibra ottica che alimenta la parte elettronica della sicurezza ferroviaria, come il segnalamento della posizione dei treni.

L'assessore regionale ai trasporti in seguito alle dichiarazioni del presidente Lfi, Maurizio Seri, tiene a precisare che apprezza "la trasparenza alla quale ha improntato la sua azione. Alla luce dei disagi che l'incidente ha provocato per tanti utenti del servizio ferroviario, lavoratori e studenti, ci auguriamo che le indagini promosse da Seri facciano piena luce sulle cause dell'incidente di ieri, sulle eventuali responsabilità interne all'azienda e che siano presi i conseguenti provvedimenti."

"La Regione - ha concluso Ceccarelli - sta investendo molto sulla linee gestite da Tft che collegano Pratovecchio Stia e Sinalunga con Arezzo. Nonostante questo nostro impegno, i problemi ed i conseguenti disagi per gli utenti continuano ad essere troppo frequenti, per cui attendiamo le conclusioni delle indagini interne fiduciosi che siano utili e impediscano il ripetersi di questi incidenti."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos treni Arezzo-Sinalunga. Ceccarelli: "Problemi e disagi continuano ad essere troppo frequenti"

ArezzoNotizie è in caricamento