Tre pedoni investiti in un giorno. Fiab lancia l'appello: "Zone 30 subito, tuteliamo l'utenza debole"

Tre pedoni investiti in un solo giorno. Due in via Signorelli ad Arezzo, un 86enne e una 40enne, e un altro invece ad Antria, piccolissima frazione immersa nel verde delle colline limitrofe alla città. Un bilancio importante che ha colpito...

bicicletta-ciclabile1

Tre pedoni investiti in un solo giorno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Due in via Signorelli ad Arezzo, un 86enne e una 40enne, e un altro invece ad Antria, piccolissima frazione immersa nel verde delle colline limitrofe alla città. Un bilancio importante che ha colpito profondamente i rappresentanti della Fiab locale che ancora una volta tornano alla carica invocando a piena voce l'attivazione delle "Zone 30". "Siamo convinti - spiega il presidente Fabrizio Montaini - che sia l'unica soluzione per garantire sicurezza alla fascia debole dell'utenza. Pedoni e ciclisti vengono travolti, investiti e feriti con sempre maggiore frequenza. E questo a causa dell'assenza di piste ciclabili e limitazioni precise che consentano a chi non utilizza l'auto per muoversi di spostarsi per la città in tutta sicurezza". Una tesi sposata in tutto e per tutto dal coordinamento nazionale della Fiab che, attraverso il proprio portale internet, sottolinea:

"Cosa significa moderazione del traffico? 
Non significa banalmente far andare più piano le auto, quanto invece affrontare il problema della qualità degli spazi pubblici urbani.
 La Zona 30 è uno strumento efficace per riqualificare lo spazio pubblico e incentivarne gli usi: con la trasformazione di una strada urbana in Zona 30 aumentano gli spazi pedonali; migliora la convivialità sulla strada; la circolazione diventa più fluida e i negozi di quartiere hanno “parcheggiate” davanti alle vetrine le persone. Un altro importante elemento a favore delle Zona 30 è che consentono di recuperare spazio oggi inutilmente sprecato per le carreggiate, e spesso occupato da auto in sosta vietata e pericolosa, come la doppia fila e agli incroci, a favore della riqualificazione dello spazio pubblico per tutti gli utenti della strada".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

  • Malore a scuola: docente trasferita a Siena in codice rosso

  • Tutti i sindaci di Arezzo dal 1946 ad oggi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento