Venerdì, 30 Luglio 2021
Attualità

Tpl, sindacati in Regione per l'accordo-ponte. Rischio aumento dei biglietti autobus

"L'accordo è chiaro, ma al 50%, perché molti aspetti dovranno essere definiti con gli enti locali." I rappresentanti sindacali degli autisti che operano nel trasporto pubblico locale hanno incontrato ieri l'assessore alla mobilità regionale...

tiemme-autobus

"L'accordo è chiaro, ma al 50%, perché molti aspetti dovranno essere definiti con gli enti locali." I rappresentanti sindacali degli autisti che operano nel trasporto pubblico locale hanno incontrato ieri l'assessore alla mobilità regionale Vincenzo Ceccarelli. Sul tavolo l'illustrazione dei contenuti dell'accordo raggiunto dalla Regione stessa con Mobit e Autolinee Toscane, i due concorsi concorrenti che hanno partecipato alla gara europea per la gestione del tpl di tutta la Toscana e le altre 12 piccole aziende che operano in alcune zone.

L'accordo servirà per la firma del contratto ponte con il quale gli attuali gestori continueranno così ad operare dal 1 gennaio 2018 e fino al 31 dicembre 2019 in attesa che si pronuncia prima la corte di Giustizia europea poi di nuovo il Consiglio di Stato.

Adesso si apre la fase del confronto con gli enti locali per arrivare alla sottoscrizione del contratto ponte. La Regione li incontrerà, loro dovranno garantire le stesse risorse per i prossimi due anni.

Secondo la Regione i punti forti dell'accordo sono il mantenimento degli stessi chilometri effettuati nel 2017, così come le risorse messe a disposizione. Nel 2019 stesse risorse date nel 2017 maggiorate dell'inflazione programmata.

La questione appare più complessa nel capitolo degli investimenti: sono al sicuro i 108 mezzi già cofinanziati dalla Regione. Ma gli altri 115/120 autobus potrebbero arrivare grazie all'aumento del biglietto urbano e degli abbonamenti da parte degli enti locali che adesso si troveranno tra l'incudine e il martello di dover decidere se rinunciare ai nuovi mezzi oppure se varare l'aumento tariffario.

Attualmente il biglietto urbano ad Arezzo costa 1,20 ed è valido 70 minuti. Ma nelle altre zone ci sono classificazioni e fasce molto variegate che probabilmente dovranno essere rese più omogenee. Potrebbero passare tutte a 1,50 nel corso del 2018.

Dal punto di vista occupazionale verrà effettuata una ricognizione del personale che fotograferà la situazione attuale così da garantire tutto il personale in forza al momento dell'aggiudicazione definitiva della gara.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tpl, sindacati in Regione per l'accordo-ponte. Rischio aumento dei biglietti autobus

ArezzoNotizie è in caricamento