rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Attualità

Sale l'attesa per la Toscana zona gialla: le parole di Giani. Ecco le regioni che potrebbero cambiare colore

Entro venerdì 11 dicembre arriverà l'ufficialità da parte del comitato tecnico scientifico. La Toscana potrebbe lasciare l'arancione assieme a Lombardia, Piemonte, Campania. I cambiamenti sarebbero effettivi da domenica 13 dicembre

La Toscana zona gialla da domenica 13 dicembre? E' possibile. Un auspicio dichiarato da tempo e rilanciato anche dal presidente della giunta regionale Eugenio Giani nel corso dell'ultima intervista rilasciata a Repubblica.

Le parole di Eugenio Giani

"Io sono contento che con il Dpcm si siano poste le basi per una finestra che consenta di uscire prima dall'arancione e lo spero, come tutti. Ma è indubbio che quel che conta sono i dati della pandemia. Di conseguenza non c'è da essere tifosi", ha detto Giani, usando cautela. Ma ha aggiunto: "Ho visto i dati e ho visto che come numero di contagi, potenzialità degli ospedali ed efficienza del nostro sistema potevamo chiederlo (il passaggio in zona gialla, nda)". E allora sale l'attesa per le decisioni del Comitato tecnico scientifico che deve decidere entro il prossimo weekend eventuali cambiamenti di colore. Come spiega Today, è venerdì 11 dicembre il giorno chiave in cui tali cambiamenti dovrebbero essere ratificati (i cui effetti però si vedranno da domenica 13, con l'entrata in vigore). 

L'obiettivo del governo è piegare la curva dei contagi senza un lockdown generalizzato. E a metà mese tutta o gran parte dell'Italia potrebbe dipingersi di giallo. O di un giallo "rinforzato", con limitazioni maggiori come quelle stabilite per Natale, Santo Stefano e Capodanno, giorni in cui è vietato uscire dal proprio comune. Da venerdì 11 dicembre la cabina di regia del Comitato tecnico scientifico e del ministero della Salute potrebbe sancire lo spostamento di alcuni territori in fasce di rischio diverse da quelle in cui si trovano ora. Diverse regioni potrebbero diventare gialle, con minori restrizioni anti coronavirus.  Dopo il report del Cts, le ordinanze sul cambio di colore dovrebbero essere firmate venerdì dal ministro della Salute Roberto Speranza, poi saranno pubblicate il giorno dopo e dovrebbero entrare in vigore da domenica 13 dicembre.

Le regioni che potrebbero cambiare colore

Mentre fa discutere il cambio di colore stabilito autonomamente dall'Abruzzo, potrebbe arrivare il via libera al passaggio in zona gialla per varie regioni, con la riapertura di bar, locali e ristoranti fino alle ore 18. Gli spostamenti tornerebbero liberi all’interno della regione e con le altre regioni gialle - tranne durante il coprifuoco dalle 22 alle 5 - senza più bisogno del modulo di autocertificazione. La mobilità tra regioni sarebbe assicurata, anche se per pochi giorni, otto per l'esattezza, fino al 21 dicembre, quando sarà sospesa fino all'Epifania. Di sicuro, nel lotto delle regioni coinvolte c'è la Lombardia: la conferma è arrivata oggi dal governatore Attilio Fontana: "Da domenica la Lombardia sarà ufficialmente zona gialla. Questa mattina il ministro Speranza mi ha informato che, come per le volte precedenti, venerdì firmerà l'ordinanza, sabato sarà pubblicata e domenica entrerà in vigore". Ma non solo la Lombardia potrebbe vedere allentata la morsa delle restrizioni, secondo le previsioni di Today.

Stando ai dati dei contagi disponibili al momento - è l'ipotesi - anche il Piemonte dovrebbe passare da zona arancione a zona gialla. Tra le regioni in vista del cambio colore potrebbe esserci anche la Toscana, che sta vedendo negli ultimi giorni i contagi in calo. Inoltre anche la Campania potrebbe cambiare colore dal prossimo fine settimana, come già anticipato dal sindaco di Napoli Luigi De Magistris, diventando zona gialla

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sale l'attesa per la Toscana zona gialla: le parole di Giani. Ecco le regioni che potrebbero cambiare colore

ArezzoNotizie è in caricamento