Toscana Rosso Sangue. Uno striscione sulle scalinate del Duomo per dire no alla mattanza di cinghiali

Questa mattina alcuni attivisti animalisti aderenti alla campagna Toscana Rosso Sangue, organizzata per protestare contro la mattanza di cinghiali e caprioli, hanno esposto uno striscione sulle scalinate del duomo di Arezzo. Dopo Firenze, Pisa...

Toscana Rosso Sangue

Questa mattina alcuni attivisti animalisti aderenti alla campagna Toscana Rosso Sangue, organizzata per protestare contro la mattanza di cinghiali e caprioli, hanno esposto uno striscione sulle scalinate del duomo di Arezzo. Dopo Firenze, Pisa, Livorno, Prato e Viareggio, la protesta arriva dunque anche nella nostra città.

La campagna - sottoscritta da numerosi intellettuali, scrittori, naturalisti - propone un percorso diverso, che sia indipendente dalla logica venatoria. Diverse le richieste da parte dei firmatari: censimento indipendente degli ungulati, verifica di un’eventuale sovrappopolazione, interventi diretti di protezione delle colture (barriere fisiche e olfattive e altre misure simili), con risarcimenti effettivi per i danni comunque riportati, interventi diretti per prevenire incidenti stradali (passaggi protetti, protezioni, avvisi specifici) e se necessario, utilizzo di anticoncezionali per limitare i tassi di riproduzione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La legge Remaschi intende sterminare 250.000 ungulati in tre anni, militarizzando il territorio toscano - fanno sapere dall'associazione il Macaco NeroL’uccisione

di massa degli animali è una pratica odiosa e violenta. Un’altra soluzione è possibile, senza rendere invivibile il territorio, senza rendere sgradevole la campagna toscana, senza aumentare i pericoli per le persone connessi alla caccia. Si tratta di compiere una scelta politica diversa. Comunque non resteremo con le mani in mano ad assistere a questo scempio"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

  • Malore a scuola: docente trasferita a Siena in codice rosso

  • Tutti i sindaci di Arezzo dal 1946 ad oggi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento