menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
pride-toscana1

pride-toscana1

Toscana Pride ad Arezzo: partita la macchina organizzativa. Vasarri: "Sarà la festa di tutti"

Ieri sera a Villa Severi il mondo della politica, della cultura e dell'associazionismo aretino non ha voluto in alcun modo far mancare il proprio supporto al comitato organizzatore del Toscana Pride 2017. Il 27 maggio prossimo la città...

Ieri sera a Villa Severi il mondo della politica, della cultura e dell'associazionismo aretino non ha voluto in alcun modo far mancare il proprio supporto al comitato organizzatore del Toscana Pride 2017.

Il 27 maggio prossimo la città ospiterà la manifestazione dell'orgoglio LGBTI (lesbico, gay, bisex, trans e intesex) che lo scorso anno ha invaso Firenze con un festoso e colorato corteo di oltre 30.000 persone.Un appuntamento che cade all'indomani dell'approvazione della legge sulle unioni civili e dopo le primissime celebrazioni che hanno visto, anche nei comuni aretini, coppie omosessuali convolare a (quasi) nozze.Ieri sera il comitato organizzatore ha incontrato gli aretini durante un evento pubblico organizzato a Villa Severi.

"Siamo felicissimi e molto eccitati per la grande risposta che abbiamo ricevuto - spiega la presidente dell'ArciGay Arezzo Veronica Vasarri - da tutta la provincia non è mancato il supporto a questa nostra iniziativa. Con tutti i presenti di ieri sera abbiamo condiviso idee e obiettivi. Insieme cercheremo di realizzare al meglio un evento che sappia coinvolgere tutta la città e che faccia comprendere quanto ancora è necessario adoperarsi per tutelare i diritti civili di tutti i cittadini". La data è stata già scelta. Il 27 maggio il colorato corteo invaderà strade e piazze del centro storico. Si tratta del secondo evento toscano e il primo della provincia di Arezzo.

"Abbiamo in mente di attraversare la città con la parata - spiega ancora la presidente Vasarri - speriamo che non vi siano problematiche di alcun tipo. In preparazione a questa data abbiamo richiesto l'aiuto di tutte le realtà associazionistiche del territorio per mettere in piedi un calendario di varie iniziative. Sarà una grande festa e ci auguriamo che in tanti partecipino".

pride-toscana

"La parata del Toscana Pride attraverserà le vie del centro - si legge in una nota del coordinamento regionale - e sarà una grande festa che coinvolgerà tutta la città. Sono attese migliaia di persone provenienti da tutta la regione e da tutta Italia e gli organizzatori sperano in una adesione forte delle istituzioni e nell'entusiastica partecipazione della rete delle associazioni e dei cittadini e cittadine di tutta la provincia. Proseguiamo con determinazione la nostra battaglia per il riconoscimento dei diritti delle famiglie arcobaleno e dei loro bambini, delle persone trans e intersex, contro ogni forma di bullismo o discriminazione basata sull'orientamento sessuo-affettivo e sull'identità di genere - spiega il Comitato - la nostra lotta per un Paese sempre più civile non si è fermata con la legge sulle unioni civili. Ora più che mai non possiamo abbassare la guardia perché la coperta dei diritti è ancora troppo corta e in gioco ci sono le vite di tantissime persone".

Il Comitato promotore del Toscana Pride fa appello alle Istituzioni toscane e alla società civile perché questa sia la festa dell'orgoglio di tutte e tutti e lancia la campagna di adesione al Toscana Pride e quella di crowdfunding e fundraising. Da oggi è possibile aderire al Toscana Pride scrivendo a: adesioni@toscanapride.eu e sostenere l'evento tramite bonifico sul conto corrente IT62 W033 5901 6001 0000 0142 545 (Banca Prossima). Intestato a: Toscana Pride.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Calcio

    Triestina-Arezzo. Le pagelle di Giorgio Ciofini

  • Scuola

    "Social ma non per gioco" i corsi per gli studenti di Foiano

  • Cucina

    I quaresimali: un peccato di gola concesso anche alle monache

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento