rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Attualità Civitella in Val di Chiana

Toscana Pride 2022: il Comune di Civitella presente alla manifestazione

"La scelta di partecipare al Pride - dice il sindaco Tavarnesi - rappresenta un vero e proprio dovere perché chi ha l'onore di amministrare una comunità deve garantire pari diritti e dignità a tutte e tutti"

Il Comune di Civitella in Val di Chiana ha partecipato al Toscana Pride 2022, sfilando nelle strade di Livorno lo scorso sabato 18 giugno. A rappresentare l’amministrazione comunale di Civitella, unico Comune della Valdichiana presente, il capogruppo consiliare di maggioranza Paolo Randellini, insieme a rappresentanti delle realtà associative locali.

"L’amministrazione da anni è impegnata nel contrasto all’omofobia e alle discriminazioni di genere, anche attraverso l’adesione alla Rete Ready – spiegano il sindaco, Andrea Tavarnesi, e l’assessore alle Pari opportunità, Serena Nardi – La scelta di partecipare al Pride rappresenta un vero e proprio dovere perché chi ha l'onore di amministrare una comunità deve garantire pari diritti e dignità a tutte e tutti. L’obiettivo era quello di lanciare un messaggio per il riconoscimento della libertà e dei diritti e soprattutto contro le discriminazioni di genere. L’azione delle pubbliche amministrazioni è infatti fondamentale per promuovere sul piano locale politiche che sappiano rispondere ai bisogni delle persone, contribuendo a migliorarne la qualità della vita e creando un clima sociale di rispetto e di confronto libero da pregiudizi. Le politiche di inclusione sociale sono un elemento imprescindibile e un dovere civico che noi amministratori abbiamo l’obbligo di perseguire per realizzare una convivenza reale e benefica per tutte le parti che compongono la nostra collettività". 

"L'associazione Chimera Arcobaleno ci tiene a ringraziare il Comune di Civitella in Val di Chiana per aver partecipato al Toscana Pride sfilando nel corteo di quasi 30.000 persone a Livorno, al fianco dell'associazione LGBTI+ di riferimento del territorio aretino – dichiara la presidente Veronica Vasarri – La lotta alle discriminazioni passa anche da gesti simbolici come questo, che sono anche messaggi politici che ogni amministrazione dà alla propria cittadinanza. La presenza e la collaborazione con gli Enti locali e le istituzioni è fondamentale per agire un cambiamento nella società".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Toscana Pride 2022: il Comune di Civitella presente alla manifestazione

ArezzoNotizie è in caricamento