menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Thalia, oggi programmato l'ultimo intervento. "Il sogno di indossare entrambe le scarpe"

Dopo l'intervento saranno necessarie anche altre ore di fisioterapia particolarmente costose. Così una zia della bambina ha aperto una nuova raccolta fondi per far fronte a queste nuove spese

Il giorno del terzo intervento è arrivato. Thalia, se tutto andrà come previsto, sarà operta oggi. Si tratta della terza e ultima operazione per la bambina che vuole finalmente camminare. La piccola è nata con una emimelia tibiale:  in Italia le avevano prospettato solo l'amputazione della gamba. Ma i genitori non si sono arresi e sono riusciti a contattare gli unici medici al mondo in grado di poter intervenire. Dopo mesi di attesa, di raccolta fondi e di speranze, sei mesi fa i medici del PaleyInstitute in Florida le hanno ricostruito tibia, perone e ginocchio. Il primo intervento è stato eseguito a giugno, l'ultimo verrà eseguito oggi. E in futuro Thalia dovrà essere sottoposta ad alcune operazioni allungamento dell'arto.  

"Il sogno di poter indossare 2 scarpe è ormai vicino!", così mamma Valeria racconta le emozioni delle ore che precedono l'intervento. Thalia infatti, al risveglio si troverà senza fissatore, la sua gamba sarà libera e finalmente potrà indossare entrambe le scarpe. In realtà l'operazione doveva essere eseguita lo scorso 9 dicembre, ma un imprevisto (la piccola dovette ricorrere alle cure del pronto soccorso e fare una cura di antibiotici) lo fece saltare. Oggi la speranza è che tutto fili liscio.

Dopo l'intervento saranno necessarie anche altre ore di fisioterapia particolarmente costose. Così una zia della bambina ha aperto una nuova raccolta fondi per far fronte a queste nuove spese. 

Intanto il cuore del Valdarno batte forte per Thalia e in tanti attendono notizie sull'esito di questo intervento che segnerà la fine della prima parte del lungo percorso che la bambina dovrà ancora affrontare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La leggenda di Matelda, la "vedova nera" dei Conti Guidi

social

L'opera in cui c'è la città di Arezzo dietro al Cristo crocifisso. E la storia della chiesa che la ospita

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Anche a Monte San Savino si può firmare per la "Legge antifascista"

  • Psicodialogando

    I 7 segnali della violenza psicologica nella vita di coppia

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento