Thalia, due anni e un'operazione costosissima da affrontare per evitare l'amputazione di una gamba. L'appello per la raccolta fondi - IL VIDEO

Data la rarità di questa malformazione che si manifesta su un bambino su un milione, è purtroppo ancora poco conosciuta e nessuno in Italia esegue questo trattamento. L’unica soluzione che ci è stata proposta è stata l’amputazione.

Thalia è ima bellissima bambina di quasi due anni. Per lei la vita è iniziata in salita: nata il 17 febbraio 2017 era affetta da una malformazione alla gamba sinistra insieme ad una malformazione all’esofago. Patologie non iagnosticate in gravidanza che i genitori, una coppia che vive a Campogialli frazione del comune di Terranuova, hanno scoperto solo alla nascita.  
"Subito si sono accorti che mia figlia non riusciva a deglutire e le hanno diagnosticato atresia esofagea - spiega la madre sul sito di raccolta fondi Go Found Me -, per la quale è stata subito operata al secondo giorno di vita. Rimasta in terapia intensiva neonatale per 45 giorni, è stata poi operata una seconda volta a 5 mesi. Thalia è stata nutrita tramite peg (un tubicino allo stomaco) per più di un anno, dal luglio 2018 finalmente riesce a nutrirsi per bocca". 

Ma Thalia ha anche un’emimelia tibiale alla gamba sinistra: "Il che vuol dire che le manca completamente la tibia e per questo la sua gamba è più corta e piegata verso l’interno. In più lei ha una biforcazione al femore". 

E' qui che scatta la corsa alla solidarietà: perché affinché Thalia possa camminare, l’unica possibilità di poter salvare la gamba è un trattamento che solo 2 chirurghi ortopedici al mondo riescono ad eseguire con successo. Uno di questi, l’ideatore di questo metodo, è il dottpr Weber che al momento opera a Dubai, "Ed è là che vorremmo portare Thalia" scrivono i genitori. 

"Data la rarità di questa malformazione che si manifesta su un bambino su un milione, è purtroppo ancora poco conosciuta e nessuno in Italia esegue questo trattamento. L’unica soluzione che ci è stata proposta è stata l’amputazione.  Il trattamento del dottor Weber consiste di 4 operazioni da eseguire in 6 mesi durante i quali Thalia dovrà portare un fissatore esterno. In più dovrà stare altri 3 mesi per mettere il gesso e fare fisioterapia. Sono 9 mesi in tutto. Stiamo facendo il possibile per portarla a Dubai, ogni donazione può fare la differenza per Thalia". 

Come fare per aiutare Thalia e la sua famiglia? Basta cliccare qui.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento