Tesori di Arezzo, dalla Camera di Commercio 180mila euro per ampliare il percorso espositivo

Un protocollo d'intesa firmato e 180mila euro in arrivo. Questa mattina  il sindaco Alessandro Ghinelli e il presidente della Camera di commercio Andrea Sereni hanno siglato l'accordo attuativo del protocollo d’intesa per la realizzazione del...

protocollo museo dell'oro

Un protocollo d'intesa firmato e 180mila euro in arrivo. Questa mattina il sindaco Alessandro Ghinelli e il presidente della Camera di commercio Andrea Sereni hanno siglato l'accordo attuativo del protocollo d’intesa per la realizzazione del Percorso espositivo dei tesori di Arezzo. Con il documento, la Camera di commercio s’impegna a erogare 180.000 euro, ripartiti in tre annualità, a favore del percorso espositivo "in vista dell’ampliamento degli allestimenti e di una loro maggiore promozione e valorizzazione".

Il taglio del nastro del percorso espositivo risale allo scorso 6 maggio, alla vigilia dell'ultima edizione di Oro Arezzo. E in questo periodo - fino a settembre, ma non sono escluse proroghe - visitando il "museo" sarà anche possibile ammirare la Minerva.

“L’accordo attuativo – ha sottolineato il sindaco Alessandro Ghinelli – è il coronamento di un iter avviato il 5 dicembre dello scorso anno quando venne stipulato tra Regione Toscana, Comune di Arezzo, Camera di commercio di Arezzo e Arezzo Fiere e Congressi srl il protocollo d’intesa che ha portato alla realizzazione del Percorso espositivo dei tesori di Arezzo. Ringrazio questi partner e aggiungo la Fraternita e il primo rettore Pier Luigi Rossi che ci ospita. Successivamente, con delibera della Giunta del 28 aprile scorso, il Comune di Arezzo ha predisposto un progetto con relativo piano di fattibilità economico-gestionale mentre il successivo 6 maggio è avvenuto il taglio del nastro.L'abbinata Minerva e oro conferma per Arezzo la sua posizione di veicolatrice di cultura a livello nazionale: per quantità di reddito creato grazie a iniziative culturali e innovative siamo infatti la seconda città d'Italia, migliorando il dato dello scorso anno di un punto percentuale. Sono dati di Unioncamere che ci rendono molto orgogliosi e che ci ricordano le potenzialità di Arezzo in questo ambito fondamentale per la crescita economica complessiva”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Andrea Sereni, presidente della Camera di Commercio di Arezzo, ricerca nelle radici di Arezzo questa sua nuova spinta e intensa stagione culturale: "Ogni prodotto ha una storia e una creatività che hanno radici importanti nei secoli passati. Questo aspetto mi permette di dare il giusto tributo al comparto orafo, un settore che ha dato moltissimo alla provincia sia nella sua forma manifatturiera classica sia in quella più artistica del gioiello. È quest'ultima che abbiamo deciso di riunire in un contesto splendido come la Fraternita”.

Il “padrone di casa” Pier Luigi Rossi ha ricordato: “Abbiamo avuto un maggio con grandi numeri, poi un piccolo stop a causa delle tribune della Giostra del Saracino ma adesso stiamo risalendo ai livelli di 50 visitatori medi giornalieri. Un dato che ci dà fiducia. Certo, possiamo fare di più, il momento è arrivato, la progettualità c'è, abbiamo una serie di iniziative che consentiranno a questo palazzo di 'riempirsi' di arte, oro, antiquariato e musica. È la sintesi di un lavoro di 17 mesi che ha trasformato la Fraternita in sede di processi culturali concreti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento