Venerdì, 24 Settembre 2021
Attualità Terranuova Bracciolini

Terranuova, arrivano 350mila euro per due progetti. E la raccolta differenziata si avvicina al 65%

Con un investimento di 150 mila euro, erogato dal Miur, l’amministrazione interverrà con interventi migliorativi all’interno dell’istituto comprensivo Giovanni XXIII

Notizie dal comune di Terranuova Bracciolini su investimenti che verranno fatti e raccolta differenziata.

Lavori a scuola

Con un investimento di 150 mila euro, erogato dal Miur, l’amministrazione interverrà con interventi migliorativi all’interno dell’istituto comprensivo Giovanni XXIII già nelle prossime settimane. “Grazie alla capacità di intercettare contributi da entri sovraordinati – ha detto il sindaco, Sergio Chienni – riusciamo ad intervenire periodicamente sul nostro patrimonio scolastico, migliorandone la fruibilità da parte di studenti e docenti. Anche per questo nuovo anno scolastico – ha aggiunto – il Comune ha partecipato al bando del Ministero ottenendo il contributo per lavori di messa in sicurezza e adattamento di spazi e aule degli edifici che ospitano la scuola secondaria di primo grado e la palestra della scuola primaria Bettino Ricasoli”. In particolare, si tratta di tre interventi totalmente coperti dal finanziamento ministeriale e riguardano la messa in sicurezza della copertura della palestra della scuola primaria per un importo di 25 mila euro; la ristrutturazione e l’ampliamento dei servizi igienici, compresi quelli dedicati ai portatori di handicap, nell’edificio che ospita la scuola secondaria di primo grado per un importo di 60 mila euro; la ristrutturazione e l’ampliamento dei locali per attività didattica e laboratoriale in presenza all’interno dell’istituto comprensivo Giovanni XXIII per totali euro 65 mila euro.

Raccolta differenziata

64,51% è la percentuale di raccolta differenziata registrata nei primi sei mesi del 2021 a Terranuova. “Con un ulteriore sforzo comune – ha detto il Sindaco, Sergio Chienni – riusciremo a raggiungere l’obiettivo dato dall’Unione europea del 65% di raccolta differenziata”. “In base ai dati certificati dall’Agenzia Regionale Recupero Risorse – ha aggiunto il primo cittadino – nel corso degli ultimi anni il dato di rifiuti differenziati è cresciuto di quasi 10 punti percentuali, infatti era di 56.84% nel 2019 e di 60.14% lo scorso anno”. “Conferire correttamente i rifiuti, avviandoli così al riuso delle materie – ha concluso Chienni – ci permette di dare anche il nostro contributo per favorire la transizione verso l’economia circolare attraverso un utilizzo più sostenibile delle risorse”. Intanto prosegue la consegna dei sacchi per i cittadini residenti nelle zone servite dal porta a porta. La distribuzione avviene presso il gazebo allestito nel parcheggio della Coop in via Carlo Alberto dalla Chiesa con il seguente orario di apertura: sabato 4 settembre, dalle 8 alle 13; sabato 11 settembre, dalle 8 alle 13.

Bando città murate

Il Comune di Terranuova ha ottenuto un finanziamento di 200 mila euro nell’ambito di un bando regionale per il recupero e la promozione di edifici culturali di pregio e grande valore storico, attraverso il bando “Città murate”. Oggetto dell’intervento è la riqualificazione funzionale del torrino sud-ovest di piazza Canevaro, con il conseguente restauro delle mura collegate. L’importo del progetto complessivo - che prevederà anche la creazione di un museo diffuso – è di 415 mila euro, l’amministrazione comunale dalla Regione ha ottenuto il massimo del contributo concedibile suddiviso in due tranche, la prima di 50 mila euro per l’anno 2022 e la seconda di 150 mila per il 2023. “Grazie a questo finanziamento riusciremo a riqualificare le antiche mura del nostro centro storico - ha detto il Sindaco, Sergio Chienni – uno dei simboli architettonici più preziosi del nostro territorio. In particolare, attraverso il bando dedicato alle ‘Città murate’ – aggiunge –realizzeremo due lotti funzionali al progetto di recupero, ovvero intervenendo sulle mura e sul torrino sud-ovest e, in un secondo momento realizzando un museo diffuso del Castel Santa Maria. Questi interventi seguiranno quelli già effettuati nel 2019 con il recupero della torre angolare, intitolata a San Luca, che fu interamente finanziato dalla nostra amministrazione per un importo di circa 300 mila euro”. Come da progetto, il percorso museale partirà dal torrino di piazza Canevaro, per poi passare alla torre d’angolo dove sarà allestito un percorso multimediale che illustrerà la storia di Castel Santa Maria e delle Terre Nuove valdarnesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terranuova, arrivano 350mila euro per due progetti. E la raccolta differenziata si avvicina al 65%

ArezzoNotizie è in caricamento