Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Targhe, revisioni e non solo. Civitella vara il nuovo sistema di videosorveglianza

Il nuovo impianto oltre a garantire maggiore sicurezza sarà un occhio vigile su tutti i veicoli che transiteranno sulle strade comunali

 

"Assicurazione scaduta, revisione in regola, auto rubata...". E' quanto può captare l'occhio elettronico attivato a Civitella in Val di Chiana. Il Comune, come spiegano il sindaco Menchetti e l'assessore Tavarnesi, grazie a due bandi regionali vinti negli ultimi anni è riuscito a mettere in piedi un sistema di videosorveglianza che dalla sala operativa allestita all'interno della sede comunale, e a disposizione della polizia municipale, può monitorare il traffico e tutte le informazioni sui veicoli che entrano nel territorio di Civitella.

Un vero e proprio ponte di comando con le immagini che restano a disposizione delle autorità per una settimana, nel rispetto della privacy e con le sole forze dell'ordine che possono accedere alle informazioni e agli scatti. Ma dove sono state installe e come funzionano le telecamere?

Come spiega l'assessore Tavarnesi la priorità è stata data agli edifici pubblici e alle scuole. Fuori dagli istituti scolastici le auto che transitano e sostano possono vengono memorizzate dall'occhio elettronico che capta il numero di targa e analizza tutti i dati del veicolo. Stesso procedimento per quelle telecamere che a Pieve al Toppo, a Ciggiano, a Viciomaggio e Civitella - ovvero nelle tre principali arterie del Comune - identificano i mezzi in qualunque situazione e contesto.

La banca dati all'interno della sede comunale in pochi centesimi di secondo riesce a identificare l'auto, il proprietario, capire se l'assicurazione è scaduta, idem per la revisione, permettendo alla polizia municipale di poter capire lo status del veicolo.

"La vittoria del secondo bando ci permetterà a breve di installare anche altre telecamere" ha aggiunto il sindaco Menchetti specificando assieme all'assessore Tavarnesi anche il pieno rispetto dei dati raccolti per tutelare la privacy degli automobilisti. "Seppur non di diretta competenza comunale come amministrazione abbiamo voluto partecipare ai due bandi per rispondere anche alle richieste dei nostri cittadini che chiedevano maggiori controlli e sicurezza" fa notare il sindaco dato che oltre a svolgere un controllo amministrativo sui mezzi l'occhio elettronico, una volta che entrerà in funzione anche con le nuove telecamere, permetterà di dare maggiore protezione ad un territorio con una delle aree industriali più importanti nel panorama Aretino.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento