Tecnologia wireless per gli esercizi commerciali. E lo smartphone è sempre carico

Grazie alla tecnologia QI che sfrutta l'induzione magnetica, da qualche mese è possibile tener carico il proprio smartphone senza doversi avvicinare a prese di corrente e senza doversi privare del proprio cellulare nemmeno per un attimo. La...

_MG_9408_0206

Grazie alla tecnologia QI che sfrutta l'induzione magnetica, da qualche mese è possibile tener carico il proprio smartphone senza doversi avvicinare a prese di corrente e senza doversi privare del proprio cellulare nemmeno per un attimo. La ricarica wireless è una delle tecnologie più recenti e ambite dai possessori di cellulari, in quanto permette di riattivare la batteria del proprio dispositivo semplicemente appoggiandolo su una piccola stazione senza fili. Bobo Recharge tra poche settimane sarà disponibile su tutto il territorio nazionale e gratuitamente in migliaia di attività che ne faranno richiesta.

Con questa interessante novità, GuCapital – startup toscana nata appena un anno fa per volere di un brillante ventiquattrenne di Sansepolcro – si sta facendo conoscere su tutto il territorio nazionale per un'idea che sta rivoluzionando il nostro modo di vivere gli ambienti pubblici come il ristorante, la spiaggia, il centro estetico o il parrucchiere. Il prodotto in questione si chiama Bobo-Recharge ed è un caricatore wireless universale unico nel suo genere.

«Il progetto Bobo Recharge - racconta Filippo Guidi, amministratore unico della società - è partito dalla consapevolezza che gli smartphone e gli apparecchi tecnologici stanno assumendo sempre più importanza nella nostra vita quotidiana. Le batterie di questi dispositivi necessitano di essere alimentati sempre più di frequente, problema difficile da superare quando ci troviamo fuori casa. Così è nata l’idea di offrire ai locali pubblici un servizio di ricarica universale per i propri clienti, non vincolato da cavi elettrici».

La ricarica wireless è senza ombra di dubbio una delle maggiori novità che ha investito il mondo degli smartphone negli ultimi anni: gran parte delle connessioni che un tempo avvenivano via cavo, sono ora wireless e trovare il modo di rendere senza fili anche l’alimentazione (o la ricarica) di un dispositivo è una delle sfide principali del nostro tempo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'idea di proporre Bobo Recharge direttamente agli esercenti che sono in contatto con il pubblico, rappresenta un'altra novità da non sottovalutare. «Eravamo consapevoli – aggiunge Guidi – che un prodotto di tale utilità non avrebbe avuto alcun senso se l'avessimo proposto direttamente al consumatore finale. Abbiamo le nostre case piene di oggetti elettronici; il vero servizio è muoversi in totale libertà, potendo contare su esercizi in grado di offrire, gratuitamente, ciò che non vuoi o non puoi portarti con te da casa».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento