“Tecla Onlus” compie 10 anni. Traguardi raggiunti e nuovi progetti

Tecla Onlus studia, progetta e realizza opere di sviluppo in cooperazione con i soggetti che ne beneficeranno

I dieci anni di Tecla Onlus sono un sogno che si realizza per i volontari che da anni offrono il loro servizio. Sostenere le persone e le comunità che vivono situazioni di estremo disagio è l’obiettivo dell’organizzazione tutta aretina, che opera nei contesti sociali più poveri del mondo a fianco dei soggetti più deboli, come i bambini ciechi, quindi rifiutati, della regione più povera della Sierra Leone (il paese più povero dell’Africa) oppure i bambini malnutriti nella regione più segnata dagli eventi climatici del Madagascar, il Sud dove le persone sono in estrema povertà.
 
“Compiere 10 anni nel 2020 durante il periodo covid, ci porta a fare molte riflessioni sul nostro lavoro – ha dichiarato la presidente della Onlus Gabriella Rossi - la povertà, con caratteristiche diverse dall’Africa, purtroppo crescerà anche in Italia, per questo ci stiamo già impegnando nel cercare di aiutare i ragazzi della nostra comunità tramite la Caritas e il Thevenin. Non sarà facile raccogliere fondi, soprattutto per una piccola realtà quale siamo noi e con la crisi economica che stiamo vivendo, ma la più grande lezione di questo periodo è forse la comprensione massiva che per costruire un futuro migliore bisogna partire dai bambini, difendendo il loro diritto alla salute, affinchè in Africa non muoiano per una banale infezione e affinchè in Italia si sconfigga la povertà educativa e le diseguaglianze. Partire da loro per un futuro migliore. Tecla onlus ha tanti amici da ringraziare che credono in noi e in quello che cerchiamo di portare avanti. Persone, professionisti, studenti, insegnanti, aziende, commercianti, giornalisti, associazioni e sportivi che alla nostra richiesta di aiuto hanno sempre risposto si. In questi dieci anni abbiamo avuto la fortuna di incontrare tante belle persone, e ad ognuna di loro va un grande grazie”. 

Tecla Onlus studia, progetta e realizza opere di sviluppo in cooperazione con i soggetti che ne beneficeranno, costituisce canali di relazione diretta per l’erogazione degli aiuti ed il monitoraggio del loro utilizzo fornendo anche assistenza formativa per la rendicontazione al fine di assicurare la trasparenza delle informazioni e la visibilità sull’avanzamento dei progetti a tutte le parti interessate. 

“E’ questa la filosofia dei nostri progetti – ha aggiunto la presidente - siamo convinti che il valore della nostra piccola Onlus sia dato dall’impegno personale che ciascuno di noi mette nelle iniziative da realizzare, creando vere relazioni interpersonali, tra di noi e con i partner che ci sostengono e sosterranno nella realizzazione dei progetti di cooperazione e sviluppo internazionale. Questo è il codice fiscale 02038240517 per tutti coloro che vorranno sostenerci donando il 5 x 1000 e per chi volesse conoscerci meglio è possibile consultare il nostro sito internet https://www.teclaonlus.it. Crediamo nel lavoro di squadra, nelle alleanze per aiutare i bambini dell’Africa e per non dimenticare i nostri ragazzi. Questo è il momento di aiutare, di mettere a disposizione i propri talenti, per il bene comune e, se non è chiedere troppo… di amare e amarsi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Coronavirus: 1.892 nuovi casi e 44 decessi. I dati della Regione Toscana

  • Coronavirus, calo dei casi in Toscana: oggi 962 positivi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento