Un taxi Estra per Natale: 500 corse gratuite per fare spese o andare dal medico

Basta essere clienti Estra oppure avere più di 65 anni. Iniziativa presentata stamani in piazza della Stazione con il sindaco Alessandro Ghinelli e il vice sindaco Lucia Tanti

Nessun problema di parcheggio, nessuna perdita di tempo, nessun costo. Grazie a Estra e alla Cooperativa Taxi Arezzo i clienti Estra e tutti gli ultra 65enni della città di Arezzo potranno andare gratuitamente in taxi a fare le spese natalizie. Non solo: tenendo conto dell'emergenza sanitaria in corso, potranno anche recarsi in una struttura sanitaria o dal medico di famiglia.

"Con questa iniziativa - ha dichiarato il Presidente di Estra, Francesco Macrì - confermiamo il nostro essere al servizio della comunità locale.  Insieme ai taxisti di Arezzo, abbiamo deciso un'attività che non solo sostiene il loro lavoro ma anche quello dei commercianti. Questo periodo, seppur caratterizzato dal Covid e dalla limitazione agli spostamenti, deve essere un'occasione di ripresa per tutti gli operatori economici. E deve garantire anche un graduale e sicuro ritorno alla normalità per tutte le persone. Il trasporto su taxi è più sicuro rispetto ad altri vettori: i mezzi vengono sanificati ad ogni corsa. E noi intendiamo favorire non solo i nostri clienti ma anche le persone anziane che hanno difficoltà o timore a muoversi in questa fase di emergenza Covid. Anche quelle che hanno bisogno di prestazioni sanitarie: o dal suo medico di famiglia o da una struttura. Quindi grazie al taxisti che hanno sostenuto il durissimo impatto Covid, garantendo sempre e comunque un servizio fondamentale. E che adesso offrono questa nuova opportunità. Grazie infine al Comune di Arezzo, in particolare al Sindaco Ghinelli e all'assessore Chierici, che hanno condiviso questo progetto".

E il sindaco Alessandro Ghinelli, presente all’iniziativa con la vice Sindaca Lucia Tanti,  ha commentato che "garantire autonomia alle fasce sociali più deboli: è stata questa la filosofia che abbiamo declinato in tutte le azioni portate a termine in questi anni insieme alla cooperativa taxi. Ricordo le varie convenzioni di cui il Comune è partecipe, per permettere ad esempio a non vedenti o disabili di altra natura di spostarsi liberamente. In nome di una città accessibile e inclusiva. Adesso allarghiamo ulteriormente il campo a favore degli over 65. Una categoria alla quale innanzitutto mi vanto di appartenere e a cui l’amministrazione comunale ha dato e continua a offrire attenzione, visto anche il periodo difficile che stiamo vivendo. Arezzo ancora una volta, grazie a una questa nuova dimostrazione di saper fare sistema e creare utili sinergie, spicca in ambito nazionale per un segnale di grande civiltà”.

Valutazione condivisa dall'assessore comunale Simone Chierici che, pur non avendo potuto essere presente, ha fatto giungere una sua dichiarazione: "la collaborazione tra Comune e categorie produttive è un modus operandi valido e fruttuoso in vista sia dell’obiettivo condiviso di fare di Arezzo una città sempre più coesa da un punto di vista sociale sia per non lasciare nulla di intentato in questa fase caratterizzata da criticità economica, conseguenza diretta di quelle sanitaria. Questa iniziativa si affianca ad altre che l’amministrazione comunale ha messo in campo a favore del tessuto locale, dal bonus sanificazione al rinvio del saldo della Tari per determinate utenze. Un grazie particolare va alla Cooperativa Taxi Arezzo e a Estra per la disponibilità e la grande attenzione dimostrate per l’ennesima volta”.

L'iniziativa, promossa da Estra e Cooperativa Taxi Arezzo con il patrocinio del Comune di Arezzo, è stata presentata nella rinnovata piazza della Stazione.

"Il servizio inizia oggi e la sua utilizzazione è estremamente semplice - ha annunciato Pietro Fazzuoli, responsabile marketing della cooperativa Taxi Arezzo, presente stamani con il Presidente della Cooperativa, Andrea Cappetti. Il cliente  telefona al nostro numero 0575 382626. Noi arriviamo: se è un cliente Estra basta che ci mostri una bolletta o una foto di questa sul telefono. Se ha più di 65 anni, è sufficiente un documento. Ci indica la sua destinazione che deve essere all'interno dell'area urbana e cioè il perimetro delimitato dai cartelli stradali che indicano la città di Arezzo. La meta può essere un negozio: con questa iniziativa vogliamo favorire anche le attività commerciali e di servizio. Oppure può essere una struttura sanitaria o il medico di famiglia. Il cliente scende e non paga nulla. Quando ha finito le spese o la visita medica, puoi telefonarci di nuovo e noi lo riportiamo a casa. Un elemento importante è la disponibilità verso persone con disabilità: abbiamo un taxi attrezzato a loro disposizione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm in arrivo: regioni chiuse e nuova divisione per colori. Cosa cambia per la Toscana

  • Toscana ancora in zona gialla? Si decide. Nuovo Dpcm: massimo 2 ospiti non conviventi in casa

  • Saturimetro: come funziona e quali sono i migliori modelli da acquistare on line

  • Banda dell'Audi bianca, è caccia aperta: le segnalazioni e la foto virale che fa sperare nell'arresto. Ma è un'altra operazione

  • Marito e moglie fermati da finti militari, picchiati e rapinati

  • Neve e vento forte: è codice giallo in provincia di Arezzo. L'elenco dei comuni interessati

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento