rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Dalla prefettura / Centro Storico / Piazza Poggio del Sole

Super green pass. Confermata la mascherina obbligatoria alla Città del Natale e monitoraggi a tappeto: il piano

La prefettura di Arezzo, di concerto con amministratori e forze dell'ordine, ha pianificato i controlli e le strategie da adottare in vista del 6 dicembre giorno in cui scatterà l'obbligatorietà del super green pass. Cosa cambia per la città

“Abbiamo analizzato l’intero decreto e pianificato una strategia puntuale e precisa”. Sono queste le parole della prefetta Maddalena De Luca al termine dell’incontro del comitato di sicurezza pubblica che quest’oggi, 30 novembre, si è tenuto all’interno del palazzo del governo di piazza Poggio del Sole ad Arezzo. Con l’approssimarsi dell’entrata in vigore dell’obbligatorietà del green pass rafforzato, ecco che, in linea con le disposizioni governative, i territori hanno avviato una pianificazione di quelli che saranno i controlli sulla popolazione.

“I servizi saranno molto stringenti - specifica Del Luca - abbiamo deciso di procedere con verifiche a campione sulle aree a libera circolazione mentre, chi accederà a luoghi dove viene richiesto l’acquisto di un biglietto, (stadi, cinema, testi ecc) a verificare che l’utente abbia anche la certificazione verde saranno gli addetti alle biglietterie. Per il trasporto pubblico, così come gli altri spazi pubblici, i monitoraggi saranno effettuati dalle forze dell’ordine presso stazioni e terminal. Ristoranti e alberghi invece si avvarranno del proprio personale così come già avviene adesso”.

Per Arezzo sono state previste anche delle specifiche strategie per i grandi eventi quali Città del Natale e Fiera Antiquaria. “Resta obbligatorio indossare la mascherina nella città murata durante il weekend - spiega ancora la prefetta - Anche in questo caso i controlli verranno effettuati dalle forze dell’ordine e nello specifico dalla polizia municipale che, con grande impegno, si adopera già per le verifiche richieste. Di fatto cambierà pochissimo. Turisti e residenti per usufruire di servizi specifici e prendere parte a grandi eventi dovranno essere in possesso della certificazione verde”.

Nei prossimi giorni la palla passerà alla questura che avrà il compito di convocare un tavolo tecnico per organizzare i turni di lavoro. “L’augurio - conclude Maddalena De Luca - è che ognuno faccia del proprio meglio per ridurre situazioni di rischio e si ricorra sempre di più alla vaccinazione come strumento per proteggere sé stessi e gli altri”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Super green pass. Confermata la mascherina obbligatoria alla Città del Natale e monitoraggi a tappeto: il piano

ArezzoNotizie è in caricamento