Striscia la notizia torna sul parco di Cavriglia. Nessuna accusa e applausi per i trasferimenti

Edoardo Stoppa è tornato a Cavriglia: l'inviato di Striscia la Notizia, nel servizio andato in onda ieri sera, ha messo in luce come gli animali all'interno del parco siano stati trasferiti nel corso degli ultimi mesi. In particolare, ha...

striscia-stoppa

Edoardo Stoppa è tornato a Cavriglia: l'inviato di Striscia la Notizia, nel servizio andato in onda ieri sera, ha messo in luce come gli animali all'interno del parco siano stati trasferiti nel corso degli ultimi mesi. In particolare, ha sottolineato la bontà del maxi spostamento di macachi giapponesi avvenuto in estate. Una operazione "unica in Italia - ha detto Stoppa - per imponenza, portata avanti dal Comune insieme alle associazioni Salviamo gli orsi della luna e Leal". Le diciotto scimmie sono state infatti trasferite in un santuario olandese all'avanguardia nella cura dei primati.

Edoardo Stoppa ha poi raccontato dello spostamento dello struzzo in un parco di Todi, in Umbria, e della morte del vecchio orso Bruno, un evento che ha reso vane le migliorie progettate per il suo recinto. Chiusura con le immagini dell'ultimo animale rimasto, il bisonte Arturo, su cui, ha promesso l'inviato, Striscia la notizia continuerà a vigilare. E il Comune di Cavriglia ha accolto positivamente il nuovo servizio del tg satirico di Canale 5, dopo quello andato in onda a maggio, che era stato molto poco lusinghiero nei confronti della gestione del Parco di Cavriglia.

La nota dell'amministrazione

Ieri sera il tg satirico Striscia la notizia dopo sei mesi è tornato a parlare del Parco di Cavriglia ed a vedere se i progetti dell’amministrazione comunale in relazione allo spostamento dei suoi animali erano stati portati a compimento. (...) Il servizio racconta, anche se con alcune imprecisioni ed inesattezze (i nostri animali sono stati sempre curati ed accuditi da personale altamente qualificato e la loro longevità lo dimostra), ciò che è avvenuto nel corso di questi mesi nel nostro parco, che non è mai stato uno zoo, a differenza di quanto riportato da troppe fonti. A dimostrazione che questa amministrazione mantiene le promesse e che realizza i propri progetti a prescindere dalle troppe parole girate a vanvera negli ultimi mesi, Stoppa ha raccontato del trasferimento dei 50 animali che abbiamo fatto trasportare in riserve naturali o ippo-oasi, soffermandosi in particolare sulle specie esotiche, le più difficili da spostare, e sottolineando la straordinaria operazione unica in Italia del viaggio dei 18 macachi giapponesi verso un santuario dell'Olanda avvenuta alla fine dello scorso mese di luglio. Con piacere constatiamo che il tg abbia dato notizia delle importanti azioni che abbiamo messo in campo, visto che nel servizio dello scorso maggio si era limitato a mettere in luce con superficialità solo presunti aspetti negativi e parziali della vicenda legata al Parco. Cogliamo invece l'occasione per ribadire che fin dall'inizio del nostro mandato abbiamo messo in luce la nostra intenzione di trasferire gli animali in riserve naturali e di rilanciare l'area del Parco di Cavriglia valorizzando le sue peculiarità ambientali, storiche, archeologiche e naturalistiche. Questo genere di progetto è chiaro che non possa essere attuato solo nell'arco di qualche mese, ma che ha bisogno di anni per prendere campo e di molto lavoro. Il primo passo però, ovvero lo spostamento degli animali, è quasi concluso. Nell'arco di qualche mese pubblicheremo un bando pubblico che possa permettere di valorizzare l'area secondo i parametri da noi richiesti

Il servizio di Striscia la notizia

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

https://mdst.it/03v678746/

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

  • Tremendo schianto lungo la regionale 71: ragazzina di 12 anni travolta da un'auto

  • Coronavirus: +7 casi nell'Aretino. Ci sono due studenti delle superiori (Itis Galilei e Isis Valdarno) e un neonato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento