Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità

Stretta sull'alcol, giorno di incontri tra gli operatori. A Confcommercio il comandante Cecchini illustra l'ordinanza

L'ordinanza di Ghinelli è entrata in vigore quasi senza colpo ferire. Quasi: il primo ad essere multato è stato un cittadino straniero che stava sorseggiando una birra in piazza Zucchi. Adesso però ci sono altri 27 giorni ai quali far fronte, che...

bicchieri-alcol-discoteca

L'ordinanza di Ghinelli è entrata in vigore quasi senza colpo ferire. Quasi: il primo ad essere multato è stato un cittadino straniero che stava sorseggiando una birra in piazza Zucchi. Adesso però ci sono altri 27 giorni ai quali far fronte, che comprendono tre week end, tra quali quello caldissimo della Giostra. E i commercianti aretini non hanno intenzione di rimanere con le mani in mano. Le loro proteste da subito si sono fatte sentire. Si sentono penalizzati da un'ordinanza che, a loro avviso, va a colpire chi lavora e non chi causa degrado bevendo smodatamente.

Oggi sarà una giornata chiave, nella quale sia Confcommercio sia Confesercenti hanno richiamato all'ordine gli associati. Alle 15 presso la sede di Confcommercio di via XXV aprile si svolgerà un incontro tra i rappresentati della categorie e il comandante della Polizia Municipale Cino Augusto Cecchini. Quest'ultimo "illustrerà nel dettaglio la nuova ordinanza e chiarirà alcuni dubbi e incertezze interpretative relative alla misura", spiega l'associazione in una nota. Ne frattempo prosegue sulla pagina Facebook "Confcommercio Imprese per l'Italia - Arezzo" la raccolta firme "Non colpiamo le imprese che lavorano nella legalità". Tutte le attività che volessero partecipare alla campagna possono compilare la scheda e inviarla via WhatsApp al numero 3316466780.

Mezz'ora dopo, alle 15,30, anche presso la sede di Confesercenti, in via Fiorentina, si aprirà il confronto tra gli operatori. "Abbiamo già espresso la nostra contrarietà di fondo - ha detto il direttore di Confesercenti Mario Checcaglini - e adesso assieme ai baristi e ai ristoratori intendiamo valutare come poter evitare che gli esercizi pubblici finiscano per essere penalizzati. Quel che è certo è che siamo contro al clima da coprifuoco che crediamo inaccettabile per una città che tra l'altro mira a diventare turistica e accogliente".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stretta sull'alcol, giorno di incontri tra gli operatori. A Confcommercio il comandante Cecchini illustra l'ordinanza

ArezzoNotizie è in caricamento