Lunedì, 15 Luglio 2024
Attualità

Giornalista tedesca in lacrime: "Mio nonno ordinò la strage di San Polo, verrò ad Arezzo per scusarmi"

Il colonnello Wolf Ewert fu il comandante nazista che dette l’ordine ai soldati tedeschi in ritirata di uccidere decine e decine di persone il 14 luglio del 1944, appena due giorni prima della liberazione di Arezzo

La giornalista tedesca Laura Ewert sarà ad Arezzo il prossimo 14 luglio in occasione della commemorazione della strage di San Polo avvenuta 80 anni fa. L'ha annunciato la stessa Ewert nel corso di un convegno che si è tenuto sabato scorso, 6 luglio, a cui ha preso parte collegandosi da remoto: "Verrò ad Arezzo a chiedere scusa", ha detto nel corso del collegamento. Suo nonno, il colonnello Wolf Ewert, fu il comandante nazista che dette l’ordine ai soldati tedeschi in ritirata di uccidere decine e decine di persone il 14 luglio del 1944, appena due giorni prima della liberazione di Arezzo. Non furono risparmiati donne e bambini, alcuni furono seviziati, picchiati a sangue. Alcuni prigionieri furono sepolti ancora vivi nelle fosse comuni.

L'annuncio e le lacrime

In occasione del convegno "Le stragi dimenticate” che si è tenuto sabato scorso nella sala consiliare di Civitella in Valdichiana, la donna, commossa, ha spiegato che non sapeva nulla di quello che fosse accaduto fino al 2004, ben dopo la morte del nonno. Al convegno erano presenti Carlo Gentile, ricercatore di ruolo e professore aggregato all'Università di Colonia e perito tecnico nei principali processi di stragi nazifasciste in Italia, e i giornalisti e scrittori tedeschi Udo Gumpel e Christiane Kohl, che hanno lavorato a lungo sulle stragi di Civitella, San Polo e Sant'Anna di Stazzema. Durante il collegamento, Laura Ewert ha versato lacrime, ha parlato di "tristezza, dolore e vergogna" avendo saputo di un massacro in cui le vittime furono costrette a scavarsi da sole la fossa prima dell'esecuzione. E ha deciso di chiedere lei scusa per la crudeltà del nonno. Lo farà di persona, domenica prossima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornalista tedesca in lacrime: "Mio nonno ordinò la strage di San Polo, verrò ad Arezzo per scusarmi"
ArezzoNotizie è in caricamento