Stradale di Battifolle, dopo 24 anni lascia Mastrota

Lascia il comandante della sottosezione della stradale di Battifolle Pasquale Mastrota. Un lungo messaggio accompagna il suo addio. Lo riportiamo integralmente. Il 1 novembre 2015 per raggiunti limiti di età previsti dal regolamento della...

polizia-stradale

Lascia il comandante della sottosezione della stradale di Battifolle Pasquale Mastrota. Un lungo messaggio accompagna il suo addio. Lo riportiamo integralmente.

Il 1 novembre 2015 per raggiunti limiti di età previsti dal regolamento della Polizia di Stato lascerò l’ amministrazione della pubblica sicurezza e quindi la Polizia Stradale di Battifolle che ho avuto l’onore di comandare per ben 24 anni ininterrotti sempre con lo stesso entusiasmo e le stesse motivazioni, forte di esperienze acquisite sul campo.

Il mio lavoro ha avuto come unico obbiettivo quello di contribuire, nell'esclusivo interesse dei cittadini , ad innalzare il livello della qualità del controllo del territorio , motivare e rafforzare il senso di collaborazione tra comunità e istituzioni raggiungendo esaltanti livelli di fiducia.

Come in tutte le attività abbiamo registrato momenti di difficoltà, ostacoli apparentemente difficili da superare.

Da parte mia però non e' mai venuta meno la determinazione nel raggiungimento degli obbiettivi quale la sicurezza della collettività

"Mai, neanche per un istante, ho dimenticato di essere un Servitore dello Stato, consapevole degli oneri e degli obblighi che questo ruolo impone nei confronti della mia Amministrazione della Pubblica Sicurezza, delle Autorità di P.S. ( Questori e Prefetti)., dei Superiori gerarchici e soprattutto dell’Autorita’ Giudiziaria dalla quale con leale e subordinata collaborazione ho imparato molto, ho dato tutto quello che avevo e potevo.

Desidero dunque ringraziare tutti i cittadini per la loro collaborazione , tutti i Procuratori della Repubblica e Sostituti della Procura di Arezzo, Montepulciano ( ora soppressa) Siena e Firenze i quali nei miei 40 anni di servizio effettivo con la loro alta professionalità del ruolo che li distingue mi hanno seguito in complesse attività di Polizia Giudiziaria, un grazie al Procuratore della Repubblica Dottor Roberto Rossi,ai Sostituti D.ssa Iannelli, d.ssa Maggiore , Dott. Dioni, D.ssa Falcone, , Dott. Andrea Boni e Dott. Grosso della soppressa procura di Montepulciano, al Sostituto Procuratore D.ssa Ersilia Spena.

Ringrazio tutti i Giudici del Tribunale di Arezzo, un pensiero di ringraziamento al Dott. Fruganti, al Dott. Borraccia, alla D.ssa Lo Prete, al Dott. Ponticelli,a tutto il personale delle cancellerie, agli ufficiali giudiziari , alle sezioni di Polizia Giudiziaria, a tutte le Forze di Polizia e in particolare Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza che, nell’ambito di ogni loro ruolo, sono stati protagonisti consapevoli, leali, appassionati, di questo nostro comune percorso lavorativo Un abbraccio a tutti i Comandanti delle Stazioni Carabinieri della provincia con un sentimento affettuoso per i Luogotenenti Urso, Rizzo, Fulgenzi, Marescialli SUPS Cecchetti, Vitiello, Remedia del nucleo Radiomobile e tutti gli altri per il loro comune sentire istituzionale e incondizionata collaborazione.

Un pensiero affettuoso per tutti i Dirigenti e Funzionari della Prefettura di Arezzo. Un abbraccio al Dott.Antonio Falso Vice Prefetto dirigente della III Divisione e della Divisione Immigrazione.

Ringrazio, tutti gli ordini Professionali di Arezzo con un pensiero particolare all’ordine degli avvocati, al personale della Motorizzazione Civile di Arezzo,al personale della Casa Circondariale di Arezzo. Un abbraccio particolare a tutti i Dirigenti e Funzionari, Ispettori, Sovrintendenti e Agenti della Polizia di Stato Aretina, un soluto alle Associazioni Sindacali della provincia, a tutta la mia Polizia Stradale della Provincia e della Regione e un ringraziamento di stima al Sig. Dirigente Dott. Alessandro Rossi,al Dott. Carmine Tabarro e a tutti gli altri che li hanno preceduti. La stima subordinata per il Sig. Questore di Arezzo dott.Enrico Moja. Un pensiero affettuoso al nostro medico Dott. Carassiti, a tutto il personale civile della Questura e Prefettura di Arezzo e ai Comandanti delle Sottosezioni autostradali e Distaccamenti e loro collaboratori.

La stima per tutto il personale ( ora in servizio e transitato) della Sottosezione di Battifolle per la collaborazione e gli obbiettivi di miglioramento condivisi, che hanno prodotto risultati positivi e hanno reso onore al lavoro e alla professionalità di ognuno e di cui mi sono potuto avvalere nell’ambito delle direttive dei superiori e della Questura e Prefettura.

Un grazie per lo straordinario contributo al personale tutto della Società Autostrade di Firenze, un esempio il loro di alto impegno civico, di lavoro sul campo, un contributo di idee e di proposte che sono state parte integrante dei successi conseguiti in questi 24 anni.

Il mio sincero grazie a tutti i miei Dirigenti di Compartimento. Direttori del Servizio Polizia Stradale e Direttori Centrali della Specialità.

Desidero ringraziare la mia Amministrazione della Pubblica Sicurezza che mi ha consentito di crescere e di sviluppare la personalità e professionalità nell’ambito dei processi predeterminati.

Un saluto subordinato al Sig. Capo della Polizia Dott. Alessandro Pansa e un ricordo ai suoi predecessori. Un ricordo particolare per il Prefetto Paolo Cossu che investendo sulla mia persona mi conferì l’incarico di Comandate della Sottosezione di Battifolle nel lontano 1991 .

"Al Dirigente Superiore Piero Caramelli , che ha dimostrato di essere “uno di noi”, per l'attenzione e la consapevolezza per il nostro lavoro e le nostre richieste.

Non posso che dire grazie a tutta la Polizia Municipale della provincia di Arezzo, per l'esempio di trasparente collaborazione istituzionale. Un grazie ai Signori Sindaci , al Presidente della Provincia e a tutti gli enti provinciali .

Auguro a tutto il personale della Polizia di continuare ad essere una comunità coesa e appassionata, capace di portare avanti i percorsi dell’Amministrazione della pubblica Sicurezza per migliorare il vivere sociale dei cittadini.

"Ma un saluto speciale va a tutte le associazioni di volontariato e non ,fondazioni comprese, che hanno rappresentato per me il vero senso del lavoro.

Per ultimo ma non in ordine di importanza, saluto tutte le testate giornalistiche della stampa parlata e scritta della Provincia.

Il mio augurio è che tutti si pongano l'obbiettivo di migliorare se stessi, coltivino l'amore per il lavoro, curino i loro talenti, affrontino le difficoltà aiutati dai superiori e dalla coesione istituzionale.

Un ricordo a tutti i nostri defunti e quelli delle altre forze di Polizia.

Porterò tutti nel cuore.

Grazie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pasquale Mastrota

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento