Attualità

Strada della Montanina: tutto pronto per la riapertura

L'intervento ha risanato le criticità dovute ai vari cedimenti lungo l'arteria

Sono terminate le opere al cantiere che permetterà il definitivo ripristino della frana che interessava da molti anni la strada che porta da Meleto Valdarno alla Montanina. Dopo lo spostamento dei sotto servizi, la ditta Menconi SRL con sede legale a Montepulciano, selezionata tramite di bando di evidenza pubblica, ha asfaltato la nuova arteria viaria, installato la nuova illuminazione e la strada potrà dunque riaprire al pubblico.

L'amministrazione comunale ha scelto la data simbolica di domenica 4 agosto alle 12 per il taglio del nastro della strada: quella mattina è previsto infatti il raduno di auto, moto e vespe d'epoca all'interno delle Feste del Perdono del capoluogo e sarà proprio questo corteo di veicoli dall'intramontabile fascino senza tempo a percorrere per primo i chilometri che separano la frazione di Meleto da Santa Barbara.

L'intervento, che la nostra comunità attendeva da 25 anni, è stato finanziato nell’ambito di un piano di sostegno agli enti locali per interventi atti a mitigare il rischio idraulico e idrogeologico, ed i lavori sono stati finanziati per 750mila euro dalla Regione Toscana.
Il cantiere si è sviluppato in due fasi. Nella prima parte le opere si sono concentrate lungo la strada che conduce a Località Masseto, anche questa interessata da un movimento franoso. Nei mesi successivi i lavori hanno interessato il movimento franoso di maggiore entità, quello della Montanina. Per favorire l'avanzata del cantiere, la strada è rimasta chiusa in questi mesi al traffico sia veicolare che pedonale a partire da lunedì 14 gennaio.

Nel tratto più danneggiato, l’intervento ha previsto la realizzazione, in entrambi i lati della carreggiata, di una palificata verticale costituita da piloni di cemento armato uniti tra loro da travi orizzontali sempre in cemento armatoUna sorta di viadotto interrato.

La soddisfazione è duplice” – ha affermato il sindaco Leonardo Degl'Innocenti o Sanni -”Perchè riconsegnamo un'altra opera alla cittadinanza che era in attesa da molto tempo, ma anche perchè abbiamo saputo reperire come Amministrazione Comunale risorse extra bilancio. Per risolvere le criticità della strada della Montanina serviva un intervento complesso e oneroso, divenuto possibile grazie al progetto presentato dall'Amministrazione Comunale di Cavriglia e finanziato dalla Regione Toscana. L'occasione del raduno di auto e moto d'epoca è ideale per la riapertura della strada dopo circa 180 giorni di chiusura, ma adesso i problemi sono risolti in modo definitivo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strada della Montanina: tutto pronto per la riapertura

ArezzoNotizie è in caricamento