Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità

L'annuncio di Draghi: "Fine stato di emergenza Covid, togliamo il green pass". Ecco quando

Oggi la conferenza stampa del presidente del consiglio assieme al ministro della Salute Roberto Speranza. Dal 1° aprile non ci saranno più le quarantene da contatto

Il 31 marzo 2022, dopo due anni, finirà lo stato di emergenza legato alla pandemia Covid in Italia. "Ma vigileremo sulla curva dei contagi, pronti a prendere contromisure se necessario", ha detto il presidente del consiglio Mario Draghi. Oggi, durante la conferenza stampa assieme al ministro della Salute Roberto Speranza, il capo del Governo ha annunciato le restrizioni che decadranno nelle prossime settimane.

"Sono state fortemente limitanti - ha detto Draghi - ma hanno aiutato a mitigare le conseguenze della pandemia. Esprimo gratitudine nei confronti del Governo precedente e di tutti gli italiani per l'altruismo e la pazienza dimostrati. Noi siamo percepiti come un popolo che manca di senso civico, ma non è vero. Sono state raggiunte punte di vaccinazione tra le più alte d'Europa, di questo occorre andare fieri".

Come anticipato nei giorni scorsi, dal 1° aprile super green pass e green pass base avranno un'applicazione più limitata, fino quasi a scomparire dal 1° maggio.

Green pass e mascherine: cosa cambia dal 1° aprile 2022

Ecco in sintesi i punti salienti delle misure prese dal Governo:

  1. Il 31 marzo 2022 finirà lo stato di emergenza. Contestualmente sarà sciolto il Cts, il comitato tecnico scientifico, ma il lavoro di monitoraggio Covid continuerà con l'Istituto superiore di sanità e il Consiglio superiore sanità.
  2. Stop del sistema a colori per le regioni
  3. Addio alle quarantene per contatto, per tutti gli italiani. Resterà in isolamento solo chi è positivo al virus: anche tra gli studenti. Se contatto di positivo, ma negativo al test, l'alunno potrà andare in classe.
  4. Non ci sarà più la sospensione da lavoro per la mancata vaccinazione. Servirà il green pass base fino al 30 aprile. La sospensione dal lavoro senza vaccinazione anti Covid resterà soltanto per una fascia: personale sanitario, lavoratori di strutture ospedaliere e Rsa, fino al 31 dicembre. In ogni caso, l'obbligo vaccinale è confermato fino al 15 giugno ma dall’1 aprile decadranno tutte le sanzioni, tranne quella pecuniaria di 100 euro.
  5. Fino al 30 aprile restano le norme attualmente in vigore per le mascherine: no all'aperto, tranne che in sistuazioni di potenziale assembramento, sì al chiuso. E Ffp2 in alcuni luoghi a rischio. Le mascherine dovrebbero non servire più dal 1° maggio.
  6. Green pass: addio green pass per le attività all'aperto (ristorazione compresa) dal 1° aprile. Il green pass rafforzato rimarrà fino al 30 aprile per i servizi di ristorazione al chiuso, per i centri benessere, per le sale gioco, le discoteche, i congressi e in generale per gli eventi sportivi al chiuso. Fino al 30 aprile resterà invece necessario il green pass base per alcune attività come mense, concorsi pubblici, colloqui in carcere e per i trasporti a lunga percorrenza. Invece dal primo di aprile non sarà più richiesto il green pass sui bus ed in generale sui mezzi di trasporto pubblico locale. Dal 1° maggio la certificazione verde dovrebbe decadere per ogni attività, tranne che per visite in ospedale e Rsa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'annuncio di Draghi: "Fine stato di emergenza Covid, togliamo il green pass". Ecco quando
ArezzoNotizie è in caricamento