Attualità

Tra stoffe e uncinetto, il tappeto "infinito" per le vittime di Stazzema

Tutti coloro che vorranno contribuire con i loro “quadrati colorati” alla costruzione del “tappeto” possono contattare tramite posta elettronica l'Associazione “Spazio Aperto”.

L'associazione culturale “Spazio Aperto” di Castiglion Fiorentino, presieduta da Rossano Gallorini, aderisce alla iniziativa “Il tappeto del mondo”, organizzata dalla associazione “Colori per la Pace”, nata nel 2015 a sostegno del parco delle Pace di Sant'Anna di Stazzema (LU) e attiva in 113 paesi del mondo.

Il “tappeto del mondo” è formato da quadrati di stoffa, di maglia, di lana, cotone, che questi giorni - da ogni parte del mondo - vengono inviati per essere cuciti insieme a formare , appunto, un lungo, lungo tappeto che dovrà arrivare ai 300 metri di lunghezza.

Il prossimo 12 agosto, il tappeto , colorato, vario  e ricco di significato, verrà disteso per le vie di Sant'Anna di Stazzema partendo dalla Piazza della Chiesa dell'Ossario che raccoglie le spoglie delle 560 vittime dell'eccidio nazista del 1944.

La prima uscita ufficiale di una parte dell'opera (circa 60 metri) avrà luogo il prossimo 4 aprile a Vinci (FI) in occasione delle celebrazioni per i 500 anni della morte di Leonardo da Vinci ed una delegazione di “Spazio Aperto” sarà presente all’avvenimento.

Tutti coloro che vorranno contribuire con i loro “quadrati colorati” alla costruzione del “tappeto” possono contattare tramite posta elettronica l'Associazione “Spazio Aperto”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra stoffe e uncinetto, il tappeto "infinito" per le vittime di Stazzema

ArezzoNotizie è in caricamento