menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stato d'agitazione al Comune di Arezzo. Attesa per il salario accessorio 2018 per 540 dipendenti

Il tentativo di accordo di fronte alla Prefettura non è andato a buon fine

Prosegue lo stato di agitazione al Comune di Arezzo e vanno avanti i passi per trovare un accordo sulla definizione e il pagamento del salario accessorio del 2018 e la sottoscrizione del contratto decentrato per il 2019. L'ultimo appuntamento tra la delegazione trattante in rappresentanza dell'amministrazione e i sindacati dei dipendenti, si è tenuto ieri in Prefettura, con quello che tecnicamente si chiama il tentativo di conciliazione e di raffreddamento. La situazione è in stand by, di vigilanza e con l'obiettivo di stimolare il confronto e la trattativa.

"Non ci sono certezze su quando avverrà il pagamento, per questo abbiamo alzato il livello di attenzione" spiega Gianfranco Torzini delegato della Fp Cgil di Arezzo per il Comune "Le famiglie attendevano  per l'inizio dell'estate la parte di salario accessorio che spetta loro, ma alcuni problemi interni agli uffici hanno fatto slittare i tempi".

Si tratta, comunque, di circa 540 persone, con le loro altrettante famiglie che attendono di ricevere in media di circa 1.200 euro, parte del loro salario accessorio che fa riferimento al 2018 e che non è stato ancora definito e pagato. Un ammontare che si aggira sopra i 600mila euro e che fa parte del famigerato fondo per il salario accessorio dal quale annualmente si attinge per pagare le indennità, le posizioni organizzative e alla fine, quello che resta, viene redistribuito tra i dipendenti non dirigenti in base al punteggio ottenuto in sede di valutazione.

La contrattazione continuerà nel mese di agosto, quando sono in programma, due appuntamenti il 6 e il 21, direttamente con l'amministrazione. I sindacati fanno sapere di non avere in programma azioni di protesta forti, come potrebbe essere uno sciopero dei lavoratori non dirigenti del Comune di Arezzo. Ma se quei due momenti di trattativa non andassero bene i toni potrebbero alzarsi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Toscana zona gialla da quando? Gli scenari

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento