Domenica, 1 Agosto 2021
Attualità

Stanza di degenza per i gatti: un luogo sicuro dove ospitare i felini prima e dopo la sterilizzazione

L’assessore Giovanna Carlettini: “lavoriamo per garantire tutela degli animali e igiene pubblica. Grazie a tutti coloro che mi assistono e in questo caso anche ad Estra per l’impegno economico assunto”

Macrì, Carlettini e Capogreco. Immagini fornite dell'ufficio stampa del Comune

Aperta al canile municipale la stanza di degenza dove vengono accuditi i gatti prima e dopo la sterilizzazione. Un ambiente con adeguate gabbie la cui funzione viene spiegata dall’assessore alla tutela dei diritti degli animali Giovanna Carlettini: “in questa stanza viene innanzitutto raccolto un numero congruo di gatti da destinare alla sterilizzazione. Dopo di che, una volta concluso il percorso sanitario, gli animali sono ricondotti nella stanza di degenza per 24/48 ore, finché non risultano in salute e possono essere riaffidati alle custodi delle colonie. Si tratta di un percorso efficiente e precauzionale adeguato a garantire i felini ma anche l’igiene pubblica: innanzitutto non vengono mandati a sterilizzare solo un gatto o due per volta ma molti di più e questo consente ai servizi della Asl e al Comune una migliore pianificazione dei trattamenti. In secondo luogo, trattenerli alcuni giorni permette all’anestetico di essere ben riassorbito e impedisce l’apertura di ferite e il rilascio di eventuali virus o batteri. Fin dall’insediamento mi sono presa un impegno preciso in direzione della tutela degli animali, in un momento oggettivamente difficile, in cui l’attenzione del mondo è diretta giustamente verso problemi enormi. Ma sono intenzionata a portarlo avanti, grazie anche alla collaborazione di tutti i dipendenti comunali, in particolare quelli della manutenzione, dell’ufficio tutela ambientale e benessere animale e del direttore Alessandro Forzoni, dello specifico nucleo operativo della polizia municipale che ho contribuito a creare assieme al comandante Aldo Poponcini e dell’impegno di Sandra Capogreco e dell’Enpa al canile municipale. Intendo pubblicamente ringraziare tutte queste persone a cui si aggiungono, per questa iniziativa, Estra e il presidente Francesco Macrì che hanno finanziato l’acquisto delle gabbie”.

Un ringraziamento subito raccolto: "Estra lavora per la comunità e per l'ambiente - ha detto il presidente Macrì - In questo grande contesto ci sono anche gli animali. E nelle nostre azioni ci sono anche quelle di sostegno alle amministrazioni comunali, come Arezzo e alle associazioni, come Enpa che si occupano di animali. Gatti, cani e altri animali domestici svolgono ormai un ruolo sociale nelle nostre comunità e meritano le attenzioni che progressivamente stanno ottenendo. Grazie quindi all'assessora Carletti e alla Presidente Capogreco per questa iniziativa".

Alessandra Capogreco sottolinea “la sinergia che si è creata tra Comune, Asl Tse, Estra ed Enpa. Ai gatti sottoposti a sterilizzazione garantiamo un percorso e una degenza sicura che va dai 3 o 4 giorni. Prima tutto si risolveva nell’arco di una mattina e poi il gatto tornava per strada. In questa iniziativa abbiamo registrato la collaborazione degli enti ma anche la disponibilità personale dell’assessora Carlettini; del Direttore generale Asl  Tse, Antonio D’Urso e del Presidente di Estra, Francesco Macrì”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stanza di degenza per i gatti: un luogo sicuro dove ospitare i felini prima e dopo la sterilizzazione

ArezzoNotizie è in caricamento