Attualità

Spi Cgil: la forza degli anziani al servizio di un nuovo progetto di società

Ad Arezzo il congresso regionale della Cgil. 8 e 9 novembre. Relazione della Segretaria Daniela Cappelli. Le conclusioni del Segretario nazionale Ivan Pedretti

250mila iscritti, 120 leghe distribuite su tutto il territorio regionale. Un grande patrimonio, quello dello Spi Cgil Toscana, al servizio di un visione e di un progetto di società che saranno al centro del congresso regionale che il sindacato terrà, l'8 e il 9 novembre, ad Arezzo.

"Un progetto - sottolinea la segretaria generale Daniela Cappelli - che è maturato in quasi 700 assemblee.  Abbiamo condiviso i temi generali che sono sia dello Spi che, più complessivamente, dell'intera Cgil: il lavoro, i diritti, la contrattazione, le politiche sociali. La nostra "matrice", il nostro radicamento nei territori e tra i pensionati, ci porterà nel congresso di domani ad evidenziare le condizioni di vita della popolazione anziana che stanno progressivamente peggiorando: diminuzione del potere d'acquisto, difficoltà ad accedere sia ai servizi sanitari che a quelli sociali, una vita che forse si allunga in termini di anni ma che è di qualità sempre minore a causa delle scelte della politica e dei governi. Siamo arrivati al punto che molti anziani rinunciano a curarsi, nel modo giusto o del tutto, perché le loro pensioni non riescono a pagare il ticket o le prestazioni. In questo contesto, insieme a Cisl e Uil, abbiamo posto l'assoluta necessità di una legge nazionale che dia sostegni reali e immediati alle persone e alle famiglie che devono affrontare situazioni di non autosufficienza".

Se questa è la visione generale dello Spi Toscana, lo strumento organizzativo è la presenza sui territori. "Seguiamo l'esempio di Di Vittorio: se vogliamo difendere i diritti dei contadini, dobbiamo andare nei campi. E oggi noi, se vogliamo difendere i diritti e la vita dei pensionati, dobbiamo essere sempre più presenti dove gli anziani vivono. Per questo stiamo attivando gli Sportelli Sociali che, con la presenza di personale qualificato, siano in grado di essere il primo punto di riferimento per gli anziani che non solo hanno seri problemi e scarsità di risorse ma devono muoversi anche in un contesto burocratico molto difficile".

Il congresso regionale dello Spi Cgil si aprirà domani mattina (giovedì 8 novembre) e si chiuderà venerdì. Tra gli interventi quelli della Segretaria regionale della Cgi, Dalila Angelini e del Segretario nazionale dello Spi, Ivan Pedretti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spi Cgil: la forza degli anziani al servizio di un nuovo progetto di società

ArezzoNotizie è in caricamento