Attualità Pescaiola

Sospeso due giorni l'autista Tiemme che aveva detto di non fare i biglietti a bordo

Claudio Palazzi aveva dichiarato: "Non li faccio senza condizioni di sicurezza". Punito proprio a causa dei tagliandi

E' stato sospeso per due giorni dal lavoro. Claudio Palazzi, autista Tiemme e sindacalista Cobas "dissidente", che era uscito alla scoperto lo scorso ottobre dichiarando di non fare i biglietti a bordo qualora le condizioni di sicurezza non sussistano, è stato sanzionato dall'azienda per cui lavora. Niente servizio (e niente stipendio) per due giornate.

Il conducente di mezzi pubblici, secondo Tiemme, in una circostanza non avrebbe avuto a bordo i biglietti, né ne avrebbe segnalato l'esaurimento nel diario di bordo come da normativa aziendale. L'episodio si sarebbe verificato quattro giorni dopo l'intervista ad Arezzonotizie, l'8 ottobre scorso, sulla linea 2 urbana di Arezzo, alla fermata San Donato. In particolare nella circostanza, riporta la nota Tiemme, "i verificatori", ovvero i controllori, "hanno avuto diversi problemi durante i controlli" "in quanto lei (ovvero Palazzi,nda) dichiarava di non avere i biglietti a bordo".

L'autista ha risposto all'azienda di non aver dichiarato nulla e anzi di avere, quell'8 ottobre, avuto con sé i biglietti, anche se vecchi. Ma ancora validi. Tuttavia le giustificazioni non sono state ritenute valide da Tiemme che ha deciso per la sospensione nella giornata di oggi, lunedì 19 novembre, e di giovedì 22 novembre.

Sostegno al collega arriva da Roberto Caneschi (foto sotto) Cobas, che dice: "Voglio esprimere vicinanza a Palazzi per un provvedimento che reputo ingiusto. Misure del genere, così pesanti, sono frutto di una gestione autoritaristica. Un vero eccesso".

roberto caneschi-2

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospeso due giorni l'autista Tiemme che aveva detto di non fare i biglietti a bordo

ArezzoNotizie è in caricamento