Uno Smartphone d’oro per Arezzo: come votare il Comune

La preferenza potrà essere espressa sul video di 5 minuti e fino al 22 novembre

Il Comune di Arezzo è candidato allo Smartphone d’oro il riconoscimento, organizzato da Pa Social e a rilevanza nazionale, con concorrenti del calibro di ministeri, regioni, asl ed enti locali, che premia le migliori esperienze in materia di comunicazione pubblica, informazione e servizi ai cittadini. 

Come gli altri partecipanti, anche il Comune di Arezzo ha realizzato due video esplicativi: uno corto di un minuto, oggetto di un premio speciale per “il più social”, e uno di cinque minuti dove alcuni dipendenti in veste di “attori” presentano, a sostegno della candidatura, le iniziative realizzate negli ambiti suddetti. Per fare vincere lo Smartphone d’oro al nostro Comune, ogni cittadino può contribuire, visto che un ruolo importante nell’assegnazione lo avrà proprio il voto popolare.

La preferenza potrà essere espressa sul video di 5 minuti e fino al 22 novembre. Come? Semplicissimo: dopo avere ricordato che tutti i video sono disponibili al link https://bit.ly/3jnE5jX e sul canale YouTube di Pa Social (quello del Comune di Arezzo è il numero 3), basterà scaricare l’app Pa Social sul proprio smartphone, registrarsi (il tutto è gratuito), accedere alla sezione “smartphone d’oro – vota” e seguire le istruzioni.

Come votare

Possono votare tutti - e pertanto l’invito è farlo -, seguendo la seguente procedura:

1) Scaricare l'app "Pa Social" (da questo link per ios: https://apps.apple.com/us/app/pa-social/id1512750814; da questo link per Android https://play.google.com/store/apps/details)
2) Registrarsi
3) Selezionare "Premio Smartphone d'oro 2020"
4) Selezionare e confermare Comune di Arezzo

Il commento di Marcello Comanducci

"Essere candidati al premio - commenta Marcello Comanducci, presidente della Fondazione Arezzo Intour - è un giusto riconoscimento al grande lavoro di comunicazione e innovazione fatto dal Comune di Arezzo che ha profondamente rinnovato strumenti e modi di dialogo col cittadino creando una nuova "mentalità  digitale". E la Fondazione Arezzo Intour che nasce come DDM (Digital Destination Management), fa parte di questo processo di rinnovamento. Non possiamo pertanto che esser contenti di questa nomination e, tifando Arezzo, chiediamo a tutti gli aretini di votare con giusto orgoglio per la nostra città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

  • Covid e Natale: attesa per il nuovo Dpcm. Cenoni, aperture e spostamenti al vaglio del governo

  • Travolto assieme al cane mentre attraversa la strada: ferito 31enne

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento