Mercoledì, 23 Giugno 2021
Attualità

SlotMob premia Bar 500: ha detto no alle slot-machine

Appuntamento sabato 3 ottobre alle 19:30 in via Piave presso il Bar 500 dove il Movimento dei Focolari e FUCI invitano tutti a consumare un aperitivo in compagnia. Che cosa si festeggia? Si festeggia il “no al gioco d’azzardo” del bar 500, un bar...

bar500

Appuntamento sabato 3 ottobre alle 19:30 in via Piave presso il Bar 500 dove il Movimento dei Focolari e FUCI invitano tutti a consumare un aperitivo in compagnia.

Che cosa si festeggia? Si festeggia il "no al gioco d'azzardo" del bar 500, un bar dove al posto di una di quelle macchinette slot si trova adesso un comodo divano.

Il progetto SlotMob ha come finalità quella di togliere il gioco d'azzardo legale in posti comuni quali bar, ed altri esercizi pubblici, additandolo come una piaga della società. La scelta non si riduce nel premiare un locale con una consumazione, ma diventa una scelta consapevole del consumatore, frequentando solo quei bar dove non ci sono slot-machine.

Il proprietario del bar 500, Leonard Xhika, ha accolto con motivata convinzione l'idea di disfarsi delle slot-machine all'interno del suo bar, rinunciando ai sicuri introiti pur di non tentare i suoi clienti alla seduzione del gioco. Adesso SlotMob mantiene la sua promessa con un aperitivo di massa, per complimentarsi con il proprietario.

Le slot-machine sono una cosa diffusa nei bar, portando con sé tristi conseguenze in tutta Italia, come dipendenza e povertà. D'altronde il business del gioco d'azzardo è enorme: nel 2012 in Italia sono stati giocati più di 80 miliardi di Euro, per un incasso netto da parte dello Stato di 8 miliardi. Ma i costi sociali legati a questo business non sono da meno: oltre 800.000 persone a rischio dipendenza (GAP, Gioco d'azzardo Patologico), famiglie distrutte, numerosi casi di suicidi per i troppi debiti, senza contare le infiltrazioni mafiose che riciclano denaro attraverso le sale Slot e i casi di usura sempre più in aumento.

Qui ad Arezzo vogliamo iniziare a fare la nostra piccola parte aderendo al progetto SlotMob.

Vogliamo premiare come consumatori i bar che hanno scelto di rinunciare alle Slot machines. Se da oggi scegliessimo di acquistare solo nei bar senza Slot, il problema sarebbe già risolto: nessun barista sarebbe disposto ad offrire sul mercato un prodotto che nessuno domanda. E' la logica del mercato, ma utilizzata per scopi etici.

Oltre a questa iniziativa concreta ed immediata, il progetto comprende l'idea di coinvolgere varie associazioni che operano nel sociale e le scuole per creare più consapevolezza ed una rete che può iniziare a smuovere il pensiero comune. Questo è il primo passo!
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

SlotMob premia Bar 500: ha detto no alle slot-machine

ArezzoNotizie è in caricamento