Martedì, 15 Giugno 2021
Attualità

Siringhe usate e lasciate sui bus. Tiemme e prefettura uniscono le forze ma gli episodi di abbandono continuano

Da parte di Tiemme arriva la promessa di una maggiore sensibilizzazione dei propri dipendenti nei confronti dell'argomento mentre le forze dell'ordine effettueranno controlli mirati

Immagine scattata alla stazione di Arezzo

Di fatto si tratta di applicare semplicemente buon senso e farsi promotori in prima persona di attività volte alla massima collaborazione con le forze dell'ordine. 

Il confronto che si è svolto questa mattina tra il prefetto di Arezzo, Anna Palombi, e i rappresentanti di Tiemme è stato incentrato proprio su questo aspetto. Collaborazione, occhi ben aperti e niente allarmismo. Sono questi gli ingredienti miscelati per dichiarare aperta la battiaglia al degrado urbano.

Soltano poche settimane fa, a bordo di uno dei bus della linea urbana, alcuni adolescenti hanno segnalato la presenza di siringhe usate abbandonate tra i sedili. Un episodio che non è passato inosservato e che ha destato l'attenzione dell'azienda stessa che, subito dopo l'accaduto, si è detta pronta a prendere provvedimenti affinché potesse essere messo in campo un più puntuale controllo.

Questa mattina, proprio su questo tema, si sono confrontati i manager dell'impresa di mobilità e la prefettura. 

Alla riunione, presieduta dal prefetto, erano presenti il questore, il comandante provinciale dei carabinieri ed i vertici dell’azienda.

Siringa usata trovata sul bus dai ragazzi delle medie

Il precedente sulla tratta per Foiano

"Dopo aver esaminato gli episodi registratisi negli ultimi mesi, si è riscontrato che, in un caso, militari dell’arma dei carabinieri, tempestivamente intervenuti a seguito di chiamata da parte dell’autista del mezzo di trasporto, hanno individuato i soggetti responsabili - fanno sapere dalla prefettura - Tale circostanza ha costituito lo spunto per condividere una procedura operativa per la gestione degli analoghi episodi che dovessero verificarsi nel futuro. Assume valenza strategica l’esigenza che gli autisti dei mezzi, al verificarsi di siffatti eventi, debbano immediatamente contattare le forze di polizia, utilizzando i noti numeri di emergenza pubblica 112 o 113, affinché le pattuglie dislocate sul territorio siano in grado di intervenire in maniera tempestiva ed efficace. Inoltre, nell’eventualità che il soggetto responsabile non sia più a bordo del mezzo, è stato convenuto che l’autista debba fornire alle forze di polizia una segnalazione sempre dettagliata e circostanziata sui fatti accaduti onde consentire l’attivazione delle opportune attività info-investigative".

Da parte di Tiemme arriva comunque la promessa di una maggiore sensibilizzazione dei propri dipendenti nei confronti dell'argomento mentre le forze dell'ordine effettueranno controlli mirati nei pressi degli stazionamenti dei mezzi pubblici.

Ma il fenomeno del consumo e, conseguentemente, abbandono di siringhe in luoghi pubblici continua imperterrito ad Arezzo. 
L'ultima segnalazione arriva direttamente da un cittadino che, mentre aspettava l'arrivo del treno, ha notato in mezzo ai binari delle siringhe gettate proprio sulle rotaie.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siringhe usate e lasciate sui bus. Tiemme e prefettura uniscono le forze ma gli episodi di abbandono continuano

ArezzoNotizie è in caricamento