Il sindaco che esprime solidarietà alle agenzie di viaggio: "Ci vogliono regole certe"

Il primo cittadino di Terranuova Bracciolini Sergio Chienni: "In un momento difficilissimo dimostrano senso di responsabilità. Chiedono sostegno e regole certe. E noi con loro"

Il sindaco di Terranuova Bracciolini Sergio Chienni esprime solidarietà alle agenzie di viaggio del territorio. "In un momento difficilissimo dimostrano senso di responsabilità. Chiedono sostegno e regole certe. E noi con loro"

"Ancora una volta gli operatori del turismo dimostrano serietà e senso di responsabilità. E lo fanno in un momento difficilissimo, dando una testimonianza ulteriore del loro valore. Chiedono sostegno e regole certe. E noi con loro". Così il sindaco di Terranuova, Sergio Chienni, in merito alla decisione di 52 agenzie di viaggio di Arezzo e provincia di rimanere chiuse al pubblico nonostante la fine del lockdown.

Per portare avanti una battaglia comune, le agenzie hanno dato vita al Gruppo di Agenti di Viaggio di Arezzo e provincia e spiegano di essere "nell'impossibilità di fornire informazioni certe ed adeguate all'organizzazione dei viaggi in maniera sicura e professionale". Da qui la decisione di rinviare al 3 giugno l'apertura al pubblico degli uffici.

"Esprimo dunque la mia vicinanza e solidarietà alle agenzie di viaggio, condividendo la loro richiesta di essere adeguatamente supportati e coinvolti nella fase di riorganizzazione del turismo" - ha aggiunto il sindaco Chienni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre: dal 21 stop a spostamenti tra regioni. Nei giorni rossi si resta nel proprio comune

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

  • Lorenzo, sfibrato dal Covid: "Ero uno sportivo, oggi respiro con fatica". E c'è chi lo insulta su Facebook: "Hai inventato tutto"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento