Attualità

Video sorveglianza, controllo di vicinato e ordine pubblico: Prefetto e sindaci a confronto

Focus sulla sicurezza nei Comuni di Castiglion Fiorentino, Monte San Savino, Marciano della Chiana e Civitella in Val di Chiana

Controllo del vicinato e poi sottoscrizione del protocollo "Mille occhi sulla città".
Sono state queste alcune delle proposte lanciate direttamente dal prefetto di Arezzo, Anna Palombi, ai comuni della Valdichiana che quest'oggi si sono riuniti per fare il punto sul tema della sicurezza.

E' stato all'interno della sede del Comune di Castiglion Fiorentino che si è svolta la riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduta dal prefetto di Arezzo, Anna Palombi, il vice questore vicario, il comandante provinciale dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, i sindaci di Castiglion Fiorentino e di Monte San Savino, i rappresentanti dei comuni di Civitella in Valdichiana, di Marciano della Chiana e dell’amministrazione provinciale.

Ad aprire la discussione è stato il sindaco di Castiglion Fiorentino Mario Agnelli.
Il primo cittadino ha rappresentato la propria situazione sottolineando come non vi siano particolari criticità relativamente alla situazione della sicurezza del territorio di propria competenza. Ha posto particolare attenzione allo svolgimento del Palio dei Rioni che si terrà la terza domenica di giugno e per il quale è stato già in passato predisposto un piano di security e safety, ma che comunque, è stato assicurato dal Prefetto, che la manifestazione sarà sottoposta al vaglio del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Il sindaco di Monte San Savino Margherita Scarpellini ha posto invece l’attenzione sui fenomeni quali il bullismo e l’uso di droghe e di alcool tra i giovani. Inoltre, in occasione della rievocazione storica di Baldovino di Monte è stato annunciato come verranno organizzati servizi di sicurezza.
Il primo cittadino savinese ha poi riferito che sono in corso di completamento le attività connesse alla realizzazione del sistema integrato di protezione civile, in cui il comune figura quale ente capo fila. Per quanto riguarda la video sorveglianza, verrà presentato alla Prefettura il relativo progetto di implementazione del sistema.

L’assessore del comune di Civitella Valdichiana ha confermato l’attivazione di un sistema di video sorveglianza quale risorsa preziosa in chiave di prevenzione dei comportamenti illeciti.

Il comandante della polizia locale di Marciano della Chiana ha annunciato che l’amministrazione si attiverà per elaborare un progetto di video sorveglianza da presentare alla Prefettura.

Il Prefetto, dopo aver ringraziato le forze di polizia, ed in particolare l’arma dei carabinieri nonché le polizie locali per l’opera svolta al servizio delle collettività, in quanto si è rilevato un consistente calo dei delitti in generale ed in specie dei furti nelle abitazioni, ha comunque richiamato l’attenzione dei sindaci sull’opportunità di avvalersi di importanti strumenti per un miglior controllo del territorio, proponendo l’attivazione del “controllo di vicinato”, che vede protagonisti i cittadini nell’azione di collaborazione con le forze di polizia nonché l’adesione al protocollo, già firmato con il Comune di Arezzo, “Mille occhi sulla città” che contempla il coinvolgimento degli istituti di vigilanza per una sempre più efficace azione di prevenzione dei delitti.

Inoltre, in relazione ai vari eventi e spettacoli pubblici, che richiamano la presenza di numerosi spettatori, ha sollecitato gli amministratori pubblici in ordine all’esigenza che sia assicurata la puntuale ed attenta attuazione delle disposizioni in materia di security e di safety affinché dette manifestazioni si svolgano sempre in una cornice di massima sicurezza.

Il comandante provinciale dei carabinieri ha riferito come nel 2018 i militari aretini abbiamo presidiato la vallata con oltre 2000 servizi di controllo durante i quali sono stati verificati 960 veicoli e identificate 11.000 persone.

Il vice questore vicario invece ha confermato il massimo impegno delle forze di polizia per dare attuazione al concetto di sicurezza partecipata del territorio che si fonda sulla circolarità delle notizie e sulla collaborazione dei cittadini.

Il comandante provinciale della Guardia di Finanza, nel confermare che il corpo è costantemente impegnato nei controlli di carattere economico-finanziario e fiscale sulle attività, ha rimarcato l’importanza dell’attenzione che deve essere riservata, da parte di tutte le istituzioni, nel settore degli appalti pubblici e delle pubbliche forniture, affinché l’economia legale ed i canali di impiego del denaro pubblico siano adeguatamente protetti da ogni potenziale forma di infiltrazione della criminalità organizzata, anche al fine di intercettare il proliferare di fenomeni delittuosi quali il riciclaggio del denaro di provenienza illecita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Video sorveglianza, controllo di vicinato e ordine pubblico: Prefetto e sindaci a confronto

ArezzoNotizie è in caricamento