"Affitti non pagati dall'anno scorso, ma gli sfratti sono bloccati". Famiglie in difficoltà

L'avvocato Sabina Rossi Palazzeschi, presidente di Confedilizia, tratta il delicato tema dei proprietari di piccoli appartamenti che non riescono a riscuotere l'affitto da molti mesi. Il coronavirus non c'entra molto ma ha allungato "l'agonia"

L'avvocato Sabina Rossi Palazzeschi è presidente di Confedilizia e segue alcuni casi emblematici

Sfratti bloccati fino al 2021 e tante famiglie aretine in difficoltà. "Non si tratta di grandi proprietari di immobili, ma di persone che hanno un monolocale o comunque un piccolo appartamento che magari era della nonna con il quale, affittandolo, arrotondano uno stipendio. I casi sono tanti, ma non sono al momento presi in considerazione a livello nazionale". A parlare è l'avvocato Sabina Rossi Palazzeschi presidente di Confedilizia in provincia di Arezzo che spiega "capisco che abbiano voluto fermare gli sfratti che sono maturati durante l'emergenza sanitaria, ma la stragrande maggioranza dei casi si riferisce al periodo precedente."

Gli sfratti sono stati sospesi fino al 1 di settembre, ma adesso pare che il nuovo Dl preveda di prorogare questa decisione fino al 31 dicembre 2020. "Così saranno esigibili da gennaio 2021 anche per chi aveva diritto di riavere il pieno possesso dell'appartamento alcuni mesi prima che si diffondesse il coronavirus."

I casi sono tanti, alcuni seguiti proprio dall'avvocato Rossi Palazzeschi, e dietro ognuno di essi ci sono storie di famiglie. "C'è chi riuscirà a far uscire l'inquilino moroso dopo due anni senza riscuotere l'affitto, c'è chi dalla disperazione ha addirittura deciso di pagare gli affittuari pur di mandarli via, c'è una figlia che è costretta a pagare l'affitto in un altro appartamento e non riesce a riprendere il possesso della casa di proprietà, oppure marito e moglie che pagano un terzo proprietario mentre vorrebbero andare ad abitare nell'appartamento che avevano dato in affitto, ci sono anziani che sono in grosse difficoltà perché la pensione da sola non basta per vivere e contavano sull'entrata mensile del canone d'affitto che da mesi non arriva più."

Storie di famiglie aretine che non possono essere considerate grandi proprietari immobiliari, milionari e possidenti e che adesso si trovano in difficoltà. Sicuramente lo sono anche coloro che l'affitto non lo pagano più, "ma non rendere eseguibili gli sfratti che erano conclamati prima del periodo del lockdown non è giusto per queste persone, speriamo che quello che stiano decidendo vada in un'altra direzione" conclude l'avvocato Rossi Palazzeschi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Coronavirus, sei nuovi casi nell'Aretino. Contagiati 19enni di ritorno da una vacanza all'estero

  • I 15 borghi fantasma della Toscana che dovreste visitare

  • Muore in moto a 51 anni: dramma alle porte della provincia di Arezzo. Era in viaggio col figlio

  • Pioggia di bonus in arrivo: sconti sulle cene al ristorante, scarpe, vestiti e arredi

  • Miss Toscana a 17 anni, il teatro Petrarca, gli affetti. Anna Safroncik: "Vi racconto la mia Arezzo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento